Villaggio delle arti e dei nuovi mestieri

 

 

 

 

 

 

 

Si è concluso lo psicodramma dell’istruttoria pubblica sulla proposta dell’amministrazione comunale di costruire una piscina al Parco Ferrari.
Il flop evidente della seconda serata come riportato dall’ Informazione
http://linformazione.e-tv.it/archivio//20110630/04_MO3006.pdf
non fa che confermare che non può essere questo il metodo con cui un’amministrazione può governare il cambiamento di una città in direzione della Modena di domani. Troppe incertezze, troppe parole e troppo pochi i fatti.
Ora cosa può accadere ?
Realizzare ugualmente il progetto della piscina dopo che tutti i partecipanti allo psicodramma hanno avanzato proposte alternative ?
Realizzare un una mediazione pasticciata in un qualche modo inglobando nel progetto piscina un labirinto, qualche albero in più, popolando il parco di asini e pipistrelli ?
Oppure, cosa molto probabile, lasciare perdere e non fare niente, rimandando il problema irrisolto dopo due anni di discussioni alla prossima amministrazione ?
Comunque la si guardi si tratta di una fiction  senza lieto fine.

Noi abbiamo proposto una idea molto semplice, quella del Villaggio delle arti e dei nuovi mestieri  e la riproponiamo e continueremo a sostenerla indipendentemente da come finiranno le cose sul Parco Ferrari.
Fin dal’inizio abbiamo dichiarato che il nostro progetto poteva essere realizzato anche da un’altra parte della città. E questo lo ribadiamo anche se  la sua giusta collocazione sarebbe proprio il Parco Ferrari.

Ci fa molto piacere leggere su Modena Qui della proposta dei Club della Libertà
http://www.modenaqui.it/html/articolo/82872

in cui si parla di ” Terrapieni Al cui interno saranno collocati spazi per laboratori culturali Piazza coperta Per mercatini e altre attività Ostello Sarà collocato nella struttura di ingresso al parco Parcheggio Non sono previsti parcheggi a raso, ma la costruzione di un parcheggio coperto multipiano da 300 posti auto, collocato della zona di fronte a viale Autodromo”

E’ la testimonianza evidente che sinergie dirette tra i cittadini, le associazioni, i comitati sono possibili. Probabilmente è questa la direzione giusta: facciamo finalmente partire un vero e proprio concorso di idee aperto anche ai singoli cittadini, diamo spazio vero alla partecipazione.

Il nostro progetto Villaggio delle arti e dei nuovi mestieri è a disposizione per essere valutato, discusso,  integrato con quanti hanno intenzione di lavorare seriamente, fuori dai giochi politici e dalle schermaglie.

Di seguito il link al progetto Villaggio delle arti e dei nuovi mestieri, liberamente consultabile e scaricabile:

Villaggio delle Arti

Gabriele Morelli

 

 

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: