Primi risultati della campagna “non hai il biglietto, l’autobus non parte”

Leggendo l’articolo  di oggi 03/09/11 della Gazzetta di Modena, tentiamo di dare la versione dei fatti dell’autista.

“Ero lì che facevo il mio lavoro con passione e dedizione quando sale un’elementa sospetta  in compagnia di una terrorista di statura al di sotto del normale. La sospetta, sedicente madre della terrorista, armeggia alla macchinetta mentre la seconda con evidenti intenti delinquenziali sfrutta l’altezza e passa sotto il tornello. Per non svelare che ho capito tutto sto al gioco e dico alla tipa della macchinetta che come madre non è un granché visto che non riesce a tenere la piccola terrorista a freno. La donna, evidentemente complice navigata della nanerottola, finge di cadere dalle nuvole.

A questo punto, per il bene degli altri passeggeri, fermo l’autobus con le porte rigorosamente chiuse (la terrorista l’ho presa io e la tengo io). Mi avvicino alla complice alta e le faccio notare che, oltre il conducente dell’autobus sono un ex controllore e un ex poliziotto e di favorire i documenti. Ma lei non è intimidita. La terrorista comincia a frignare. La minaccio di chiamare le forze dell’ordine. E’ allora che si avvicina la terza complice, tutta colorata, che dice di voler andare a lavorare. Non mi freghi, ho visto 15 volte man in black, fuori il permesso di soggiorno, tu sei una venusiana travestita…Perché li ho liberati? Perché ad un certo punto ho sentito una voce…”

Qualche domanda nasce spontanea.

All’autista

  • con un curriculum come il suo perché non fa domanda al MIB? O entra nei Texas Rangers?

  • Le capita spesso di essere aggredito dai terroristi?

  • Pensa che le conferiranno una medaglia? O una stella?

  • Perché, visto che li aveva tutti in pugno, si è limitato a sequestrarli per un quarto d’ora anziché portarli in un deposito e interrogarli uno per uno?

  • Non crede che sarebbe meglio essere armati?

  • Si ritiene soddisfatto per aver almeno fatto piangere la terrorista o pensa che fosse una manovra diversiva?

  • Ultima curiosità: anche a casa sua i rubinetti non perdono mai, vincono sempre?

All’Atcm

  • Avete parecchi soggetti come questo?

  • Perché non promuovete quelli più “meritevoli”? Promoveatur ut amoveatur…sono sprecati a guidare autobus in mezzo al traffico…

  • Come fate a dire che non ha seguito le vostre direttive? E’ stata la voce a dirgli di fermare l’autobus?

Alla Gazzetta

  • Di che colore era la signora intervenuta? O siete precisi…E’ fondamentale ai fini della comprensione del fatto.

Donatella Franchi


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: