Continua l’azione del Comune per imbruttire Modena.

Ormai sta diventando una cosa quotidiana, ogni giorno infatti è possibile cogliere sul fatto qualche assessore, in particolare Super Sitta, intento a perfezionare un progetto senza senso di imbruttimento progressivo della città.

Oggi tocca a Largo San Francesco che è stato occupato dall’amministrazione comunale e  da Hera per collocare un sotterraneo centro di raccolta rifiuti.

Qui non si discute la soluzione tecnica adottata per la raccolta differenziata ma la scelta di collocarla in largo san Francesco, all’inizio di via Canalchiaro, una delle strade più belle di Modena, difronte alla chiesa e davanti al palazzo Lolli Venturelli.
Come dire … non ci prendono mai !!

A 100 metri di distanza in Piazzale Risorgimento si poteva collocare la stazione ecologica nella zona verde centrale, zona che non è quasi mai utilizzata per percorsi perdonali e dissimulare le colonnine nel verde.


Ma evidentemente ai nostri amministratori le valutazioni di ordine  estetico ed anche funzionale non interessano più di tanto.

Anzi se  è possibile  fare un intervento di imbruttimento della città allora si procede in pompa magna, il sindaco con tutto il seguito di assessori e rappresentanti di Hera  ha trionfalmente tagliato il nastro tricolore per inaugurare l’ennesima bruttura urbana: l’isola ecologica per la raccolta differenziata dei rifiuti in Largo San Francesco.

Naturalmente non poteva mancare la posa di qualche ciottolo di fiume.

Gabriele Morelli


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: