Il comune di Modena butta via i soldi all’R-nord. La città felice e commossa ringrazia e prepara una grande festa.

A commentare le notizie politiche che riguardano Modena, il sindaco Pighi, l’assessore Marino, Super Sitta e tutta l’allegra brigata Piazza Grande si rischia sempre di andare fuori tema, di non essere creduti, di raccontare qualcosa di irreale, impossibile.
Eppure è tutto vero.
Il nostro caro sindaco, quello che senza vergogna definice la festa del Pd come “festa di Modena”, quello che accusa tutti quelli che non ci stanno di appartenere al “becerume”, vocabolo un po’ desueto ma indicativo di una certa mentalità “democratica”, quello che in puro stile fantozziano brinda alla caduta dell’orribile telo di Paladino bollando le polemiche che hanno accompagnato la ridicola scelta con un bel “fanno pietà”, quello che ogni volta che parla in pubblico non perde occasione di fare un po’ di propaganda politica dicendo che per colpa del governo si rischia la chiusura degli ospizi e degli asili cercando così di addolcire l’aumento delle tasse locali … ebbene il nostro caro sindaco è vero, non è come potrebbe apparire una invenzione mediatica.

L’assessore alla sicurezza Marino, quello che passeggia nei parchi cittadini, si fa avvicinare dai pusher poi telefona al comandante dei vigili urbani …quello che scambia email con ragazze che hanno corso il rischio di essere violentate…  è altrettanto vero, reale. E’ vero anche quando propone un concorso di idee prr giovani architetti per abbellire l’esterno di R-nord.

Super Sitta, l’assessore che propone di vendere i reperti archeologici, quello che ha demolito inutilmente la palazzina nell’area ex Amcm per poi lasciare per anni il degrado dei rottami in bella vista, quello che sta facendo di tutto per nascondere il museo Ferrari dietro a qualunque cosa riesca a metterci davanti … è anche questo vero e reale.
Purtroppo.


Voglio dire che non stiamo parlano di personaggi immaginari degni di qualche roamanzetto socio politico, parliamo di persone vere che parlano, agiscono e fanno danno.
La notizia che oggi leggiamo sui giornali che riguarda una cifra tra i 30 ed i 40 mila euro per invitare un etnomusicologo all’R-nord e fargli realizzare un museo di strumenti musicali è vera, non è una una barzelletta come potrebbe sembrare.
Alla nostra giunta, all’amministrazione della città, evidentemente l’R-nord piace e piace così, degradato, pieno di prostitute, pieno di spacciatori.
L’R-nord per la giunta non deve essere risanato, riqualificato, no deve essere mantenuto così, completamente degradato, anzi abbellito nel suo degrado (ecco la trovata del concorso di idee per abbellirlo esternamente lasciando inalterato tutto quanto avviene all’interno)
All’amministrazione comubale l’R-nord piace così.
Non si capirebbe altrimenti perché spendere oltre 60 mila euro per farci dentro la televisione più inutile del pianeta, l’ormai tristemente famosa R-nord Tv.
No si capirebbe altrimenti perché spendere oggi 40 mila euro per allestire all’R-nord un museo di strumenti musicali in cui addirittura portare le scuole.
Caro sindaco, cari assessori grazie, grazie veramente di cuore per quello che fate e che continuerete a fare per la città.
Erano anni che i modenesi aspettavano una televisione di condominio all’R-nord e voi li avete accontentati. Grazie.
Girando per strada e parlando con la gente moltissime persone mi hanno sempre chiesto “Quando potremo avere in quello splendido esempio di città futura egregiamente rappresentato dall’R-nord un museo etnico di strumenti musicali ? “
Anche in questo caso caso voi puntuali li avete accontentati. Grazie.

Dobbiamo fare qualcosa, dobbiamo preparare una grande festa per ringraziare questi brillanti amministratori, magari in piazza grande, no meglio all’R-nord dove da oggi c’è tutto ma proprio tutto: spacciatori, televisione, prostitute, tamburi … e chissà che non ci sia anche qualche altra sorpresa, in fondo questi personaggi non hanno mai deluso nel dimostrare le loro fantasiose qualità.

Gabriele Morelli


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: