You are here
Ancora un esempio di  cattiva informazione, a Modena è vizio continuo. Osservatorio Stampa 

Ancora un esempio di cattiva informazione, a Modena è vizio continuo.

Sarà forse perché i quotidiani modenesi, in particolare la Gazzetta di Modena e il Resto del Carlino sono ormai da tempo, forse da sempre, appiattiti sui comunicati stampa del Comune e della Provincia, sarà perché è più comodo scrivere titoli per le locandine e non per i lettori, sarà perché in questo modo si fa prima ma ancora una volta i titoli dei giornali non corrispondono alla verità nemmeno selle notizie poco importanti di cronaca.

Questa non è una polemica è piuttosto una piccola lezione di informazione pubblica, di giornalismo, di comunicazione online. Abbiamo letto sul Resto del Carlino un articolo riguardante la cerimonia per la cosiddetta inagurazione della Ghirlandina dopo che finalmente l’ottibile telo di Paladino è stato tolto ed i lavori di restauro sono terminati.

Il titolo in questione, recita: Piazza Grande gremita per la ‘nuova’ Ghirlandina La cosa non è che sia così importante, ma può essere utile trarne qualche indicazione per capire come le notizie possano essere tirate da parte, modificate e trasmettere significati in parte diversi dall’originale, allontanadosi quindi dalla realtà.

Se titoliamo “piazza gremita” ci riferiamo ad una piazza affollata, piena, colma di persone. Piazza Grande però dalle 17,30 in poi di venerdi 11 novembre non era afftatto gremita. La piazza era affollata per un 20% della sua capienza, del resto la mesta e sobria cermonia, in linea con i tempi di crisi finanziaria ma anche di valori,  non prevedeva affatto una folla oceanica.

Lo testimonia il nostro video che potete vedere nell’articolo che abbiamo pubblicato al seguente link e da cui abbiamo estratto un fotogramma da confrontare con una foto pubblicata dal Resto del Carlino.

Ci sono tanti modi di fotografare, di scegliere l’inquadratura, l’angolazione di ripresa per fare in modo che una piazza sembri più i meno affollata.

Come ci sono tanti modi di scrivere e di raccontare. Ripeto, questa non è una nota polemica, è soltanto una nota per riflettere una attimo sull’importanza dell’informazione, in modo particolare oggi, nell’epoca di internte e della velocità comunicativa che in un attimo diffonde su ampia scala messaggi, suggestioni, significati, notizie, interpretazioni. Nell’era di internet accade poi un’altra cosa e cioè che le informazioni che mettiamo in rete rimangono e sono reperibili tramite i motori di ricerca anche dopo parecchio tempo.

Proprio per questo motivo, se qualcuno tra dieci anni cercherà in rete qualche contenuto riguardante la cerimonia, peraltro modesta, per la fine dei lavori di restauro della Ghirlandina potrà trovare un fotogramma, uno solo, il nostro, che racconta una cronaca diversa della serata descritta dal Resto del Carlino.

In questo modo l’informazione diventa completa, vera, meno suggestiva ma sicuramente più interessante come la conoscenza del piccolo imprevisto al momento del taglio inaugurale del nastro in cui all’ultimo momento ci si accorge che nessuno ha pensato di portare le forbici e un addetto stampa del Comune si precipita nella vicina tabaccheria a chiederne un paio in prestito mentre il sindaco e le autorità mascherano l’imbarazzo prolungando, immobili e sorridenti, il momento delle foto di rito.

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: