Un consiglio comunale ridicolo

Abbiamo ormai un consiglio comunale ridicolo.
Dopo l’espulsione dalla Lega Nord di Rossi e Bianchini, in consiglio comunale ci sono sono 6, dico 6, gruppi consiliari costituiti da una sola persona.
Si tratta di Udc (Davide Torrini), Lega Nord (Stefano Barberini), Sinistra per Modena (Federico Ricci), Modenacinquestelle.it (Vittorio Ballestrazzi), Idv (Eugenia Rossi) e Mpa (Sergio Celloni).
A cui si aggiunge il nuovo gruppo “Lega Moderna” (.. si chiama proprio così !) costituito da ben due persone.


La legge consente di affidare ad ogni gruppo consiliare un piccolo o grande rimborso per spese istituzionali, spese di rappresentanza, spese per l’attività politica, ecc.

Ora appare fin troppo evidente che essere capogruppo di se stessi rappresenta una comoda e facile situazione, intanto con se stessi è molto più facile andare d’accordo e poi si diventa automaticamente titolari del fondo spese che la legge attribuisce ai gruppi consiliari naturalmente tramite l’erogazione di fondi pubblici quindi provenienti dai cittadini anche attraverso le multe che i nostri vigili urbani infliggono a più non posso, soprattutto ora che sono stati richiamati all’ordine.

Ma che ci fa un gruppo consiliare costituito da una sola persona in consiglio comunale ? In termini di poter contare qualcosa assolutamente nulla, ma
paradossalmente, anche se non troppo, questi gruppi costituiti da singoli sono  quelli più attivi nel presentare interrogazioni e interpellanze ed essendo soli usufruiscono di un immediato ritorno d’immagine, di una visivibilità istantanea personale, considerato che ogni comunicato stampa ogni intervento in consiglio è fatto obbligatoriamente dall’unico rappresentante del gruppo, il titolare del fondo spese, il capogruppo, quello che da solo conduce una campagna elettorale lunga una intera legislatura a colpi di comunicati, interrogazioni, iniziative semi-pubbliche finanziate con il tesoretto del rimborso,  soltanto per evitare il rischio di non essere rieletto.
Il tutto è semplicemente ridicolo ma questo non conta e certamente a loro non interessa.
Che tristezza !

Gabriele Morelli


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: