Il sindaco Pighi e le sue ordinanze: la città se ne frega.

Avevamo ironicamente applaudito alla fuoco d’artificio dell’ordinaza del sindaco Pighi sul divieto dei botti.

Avevamo detto che era un ordinanza per modo di dire, una delle sue, un colpo al cerchio ed uno alla botte, una ordinaza inutile.

Lasciava fuori non solo il centro, ma in modo ridicolo e paradossale anche Piazza Pomposa, oltre a tutte le vie adiacenti, oltre a tutta la città, periferia compresa.
Avevamo letto di squadre di vigili allertate per fare rispettare l’ordinanza.

Non si è visto nessuno:

Noi siamo passati, io insieme al progetto della mia vita futura, alle 00, 30 prima da Piazza Matteotti dove imapazzavano petardi, poi da Piazza Grande dove non abbiamo trovato una festa ma un gruppo di persone, per la verità poche, alcune  che bevevano a collo ed un grande vuoto al centro della della piazza pieno di bottiglie, alcune rotte, in cui ognuno poteva fare esplodere quello che voleva.

Le foto che pubblichiamo documentano il degrado alla faccia di una timida e tardiva ordinanza del sindaco Pighi.

Abbiamo visto troppe bottiglie rotte, troppi fuochi, un bambino avvicinarsi pericolosamente ad una bottiglia rotta per un petardo. Abbiamo visto i Carabinieri guardare ed i vigili assenti.
Modena deve cambiare presto, abbiamo bisogno di una Modena nuova e di un’altra amministrazione.

Gabriele Morelli


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: