Che Dio ci aiuti. Cappelletti?

Beh si lo confesso. Io Melassa city ogni tanto la guardo. Di notte.  Diciamo che tengo d’occhio un’operazione di marketing territoriale . D’altra parte quando hai un aspirante Shumacher di 19 anni per strada con la nebbia, sono passate le due di notte e ti sei svegliata, una tisana e qualcosa di soporifero e zero impegnativo per il cervello sono l’ideale.

Quindi, non potendo rompere le scatole a nessuno prendo il computer e mi immergo nella storia più inverosimile del pianeta cercando di immedesimarmi in un turista da fiction.

Dovrei ringraziare la suora che mi tiene compagnia immagino.

Ma.

Ma 100.000 (centomila) euro per promuovere la città e le sue eccellenze e poi sentire prima “tortellini romagnoli” e di seguito “cappelletti” pronunciati reiteratamente durante la sesta puntata è troppo anche a quest’ora. Li guardo. Galleggiano nel brodo cose informi grosse come papagne.

Sacrilegio.

Romagnoli? Almeno collocare Modena in Emilia si riuscirà?

Cappelletti? Reggiani. I modenesi hanno squadrato la testa ai reggiani…Dimenticato?

Sono le quattro e un quarto. E Shumi è a casa. Vado a letto.

Romagnoli. 100.000. Euro.

Aaaaaaarrrrrrggggggghhhhhhhhhh!!!!!!!!!

Che Dio ci aiuti.

Donatella Franchi


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: