La triste spesa domenicale

Passare una domenica a fare la spesa alla coop penso che sia la cosa più triste che possa capitare. Durante la settima la gente lavora, poi ci sono i bambini, i nonni, qualche altro impegno … e poi alla domenica che si fa di bello ? Ma si andiamo a fare la spesa alla Coop, tanto la coop sei tu, siamo noi. No,  io no, non non sono la coop e non lo voglio nemmeno diventare.
La frase riportata dall’articolo del Resto Del Carlino è indicativa di un abbruttimento esistenziale, di un decadimento culturale, di una vita da comparsa ormai rassegnata a stare in fila.
Il Grandemila, il colosso Coop, ultimo in termini di tempo ad aderire alla deregulation degli orari, era un’esplosione di gente, famiglie, gruppi di ragazzi giovani, pensionati, tutti a passare qualche ora tra shopping e chiacchiere al bar.”

Spero che non sia così, che sia stata soltanto curiosità, magari colpa del freddo o di una Modena che alla domenica non offre niente ai suoi cittadini … ed allora ci pensa la coop ad intrattenerli. Spero che chiunque sia andato a passare una domenica alla coop, dopo aver fatto la fila in macchina, aver aspettato per parcheggiare, aver passeggiato tra gli scaffali, essersi messo nuovamente in fila alla cassa, aver spinto il carrello fino alla macchina, essersi rimesso in fila per tornare a casa, aver scaricato la spesa …. si penta e non lo faccia mai più.

via“Sì alla spesa di domenica, aperture utili” – Il Resto Del Carlino – Modena.


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: