La troupe di ‘Sereno Variabile’ a Modena per la Casa Natale

Le troupe della trasmissione Rai Tv “Sereno Variabile”, con il conduttore Osvaldo Bevilacqua, sono da questa mattina a Modena per preparare una puntata che dovrebbe andare in onda il 10 marzo, in concomitanza con l’inaugurazione del nuovo Museo casa Enzo Ferrari.

via La troupe di ‘Sereno Variabile’ a Modena per la Casa Natale – Il Resto Del Carlino – Modena.

 

Speriamo che questa volta ci sia un andamento e un risultato diverso. Recentemente abbiamo avuto due esperienze non proprio esaltanti. La prima è stata la fiction “Che Dio ci aiuti”, un polpettone molliccio che ha fatto vedere ai modenesi una Modena che non esiste, irriconoscibile, in cui si parla il dialetto bolognese e i tortellini diventano cappelletti o peggio “tortellini romagnoli”. Se questa è l’immagine di Modena che stata diffusa in Italia non c’è tanto da stare allegri.
La seconda esperienza tragicomica è stata la partecipazione ad una puntata di Linea Verde, in cui gli italiani hanno imparato che il “sommo poeta” è diventato Alessandro Tassoni e che il cotechino può essere tranquillamente confuso con lo zampone.
Non si tratta di dettagli ma di fare informazione e comunicazione e, perchè no,  un sano marketing territoriale in modo corretto e competente.

Certi dettagli creano confusione e la poca attenzione prestata a certe operazioni commerciali dovrebbe far riflettere.
Auguriamo a Sereno Variabile di non incorrere in scivoloni e cadute rovinose.

A Modena si inventa una eccellenza al giorno, forse varrebbe la pena di affidare la cura dei contenuti a dei professionisti. Non si capisce per quale motivo in una città normale esista un Office Film o una Film Commission con lo specifico compito di offrire supporto e consulenza per le location, a partire dalle sceneggiature e dal trattamento dei contenuti, con lo scopo di valorizzare l’immagine della città , mentre a Modena si preferisce affidarsi a un tour operator.
Oppure si capisce: siamo a Modena dove l’iniziativa anche in settori privati deve essere per forza prevalentemente pubblica al punto tale da livellare ogni potenzialità. Meglio dunque occupare e controllare tutto e tenere sempre in moto la macchina del consenso.

 


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: