Visitatori o turisti da trattenere

(video a fine pagina)

Meno due. Il cofano di alluminio giallo luccicante è pronto, la curiosità alle stelle.

L’interno possiamo solo immaginarlo, bianco, elegantissimo, con le macchine lucide, perfette.

Un grande, grandissimo attrattore, sia per il contenuto sia per la struttura progettata da Jan Kaplicky e Andrea Morgante, un’opportunità di sicuro interesse per Modena.
Si pensa che a regime il Museo attrarrà duecentomila turisti l’anno.
Il Resto del Carlino titola: “Turisti da trattenere”. Ecco il punto. Il Museo da solo non riuscirà a fare il miracolo, la sfida si sposta sull’intera città.
Modena ha un meraviglioso sito protetto dall’Unesco, è bellissima e si mangia meravigliosamente bene. E’ pronta a mettersi in gioco come città turistica?

Qualche considerazione. Il Mef è in un punto della città che, guardando al futuro può essere definita strategica (vicino alla stazione, a due passi dal centro), ma guardando al presente è tra un cantiere aperto e una delle zone più degradate di Modena. Sicuramente la situazione cambierà ma sui tempi è difficile fare previsioni. Chi scommetterà sull’apertura di un’attività in zona Tempio cogliendo l’occasione offerta dal bando comunale per la riqualificazione rischierà di trovarsi isolato per un tempo indefinibile. Perché un negozio o un bar abbiano successo è necessario che ci sia passaggio o meglio passeggio ma adesso, in questo momento, chi passeggerebbe tra il Museo e la Stazione?

Per il momento non esiste nulla che dal Mef invogli ad incamminarsi a piedi verso Piazza Grande e il Duomo.
Una volta in città, cosa può indurre il turista a fermarsi? Ci si ferma dove ci si trova bene: cosa offriamo a chi viene da fuori? Modena è bella ma piccola, o ne facciamo un salotto culturale o chi vuole visitarla senza impegnarsi troppo in un paio d’ore ha finito.
Chi parte con un pacchetto turistico in tasca ha le giornate riempite da visite guidate ma un flusso turistico imponente non si basa solo sui pacchetti.

Al di là delle polemiche tra chi vuole un intervento di un tipo e chi lo vuole di un altro, a partire dalla Zona Tempio, le piazze e la zona ex Amcm, rimarranno così chissà per quanto. Anche le ex fonderie, senza più amianto, non vedranno interventi a breve termine.
Che il Museo sia uno stimolo per la città non è in discussione. In discussione sono i tempi e la qualità di turismo che la città saprà attrarre e trattenere.


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: