I politici hanno la febbre da Twitter. Cinguettii di lotta e di governo

Che spasso seguire i politici su Twitter, il «colto» social network concorrente del più popolare Facebook. Pare di vedere dei bambini di prima elementare alle prese con le lettere dell’alfabeto e la composizione delle prime frasi. Il linguaggio politico italiano, si sa, è pieno di bizantinismi. Pensate solo alle famose convergenze parallele di Aldo Moro. Come si fa, allora, a tradurre concetti arzigogolati, che spesso servono a nascondere il vuoto di idee, in un cinguettio tweet di appena 140 caratteri, il massimo utilizzabile? L’impresa è impossibile. Soprattutto se, fra i politici che usano questo nuovo strumento, prevale l’idea che si tratti semplicemente di un volantino un po’ più moderno dei vecchi ciclostilati. Il risultato è, a volte, davvero esilarante.Prendiamo per esempio il ministro degli Esteri Franco Frattini il quale, il 19 ottobre, esprime tutto il suo orrore per «il dramma della sottrazione internazionale di minore». O il segretario del Pd Pier Luigi Bersani che, lo stesso giorno, annuncia urbi et orbi la propria adesione alla manifestazione… del suo partito, in programma a Roma il prossimo 5 novembre. E con quale reboante motivazione, poi: «Sarò in piazza per l’Italia di domani, in nome del popolo italiano». Cinque giorni prima, il 14 ottobre, lo stesso leader democratico ha depositato un altro tweet tagliente come una rasoiata: «C’è chi pensa di dare un colpo a destra e a sinistra aprendo le acque, senza bagnarsi i piedi nella politica». Ma che avranno voluto dire, Frattini e Bersani? Sforzarsi di capirlo è un esercizio del tutto inutile. Perché abbia efficacia, il mezzo prevede che il messaggio sia semplice e diretto, comprensibile immediatamente. Ma nella maggior parte dei casi, per decifrare un pensiero, non basterebbero neppure mesi di accurate analisi e ricerche approfondite.

via I politici hanno la febbre da Twitter. Cinguettii di lotta e di governo – Panorama.

 


 

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: