Il sindaco, l’assessore Sitta e il presidente di Modena Parcheggi Davoli hanno annunciato il piano per uccidere definitivamente non solo il centro di Modena, già in coma, ma tutta la città.

Il 21 luglio entrerà in vigore il nuovo piano sosta, un piano che fermerà per sempre tutta la città.

Il 21 luglio probabilmente farà molto caldo a Modena e nella desolazione del Novi Park, dove non ci sarà un filo di ombra, si compirà l’ennesimo errore, anche l’ennesimo orrore,  di questa amministrazione-

Con l’inaugurazione dello scempio del Novi Park, un’opera costosa i cui box interrati sembrano ancora invenduti nonostante tutte le agevolazioni pianificate,  all’interno della quale sarà anche inaugurato l’altro crimine urbanistico e ambientale denominato Novi Arc, entrerà in vigore il nuovo piano sosta che nelle intenzioni degli amministratori dovrebbe rivoluzionare “l’approccio dei cittadini con il posteggio dell’auto”
Il costo di questo approccio ? Fino a 1 euro e 5o  centesimi all’ora.

Noi ci auguriamo che la rivoluzione sia tale da accompagnare gli attuali amministratori fuori dalla città, salutarli e cortesemente, ma in modo fermo, invitarli a non tornare.

Si pagherà praticamente dappertutto, nell’anello del Novi Park 90 centesimi all’ora e sui viali 1 euro e 50 centesimi. Si pagherà addirittura di sera.
Il tutto è regolato da un meccanismo di calcolo della tariffa oraria che aumenta progressivamente avvicinandosi al centro. L’unico modo di non pagare è lasciare la macchina in garage, oppure parcheggiare nei paesi limitrofi e poi  in bicicletta, a dorso di mulo, a piedi cercare di raggiungere Modena.
Altri soldi che finiranno nelle casse del comune e di Modena Parcheggi.
C’è solo un altro modo di non pagare: comprare un box al Novi Park !!!!
Contro questo piano sosta, un piano sosta delle attività commerciali della città, un piano per uccidere deliberatamente la vita della città,  in piano salasso, miope  e lontano dalle esigenze di chi lavora e vuole continuare a lavorare a Modena, noi riteniamo che debba essere organizzata la più ampia mobilitazione. Gli strumenti ci sono. Utilizziamoli.


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: