Terremoto e nuovo Psc

Se fossimo sicuri che torna tra 500 anni un bel “chissenefrega ci penserà chi c’è” verrebbe in mente anche a me di dirlo. Ma temo che il terremoto farà esattamente quello che gli pare.

Non sono un geologo, non sono un esperto. Però so leggere. E nel mare di scemenze e di banalità che vengono propinate a tutti in questo periodo, qualcuno mette in giro su fb (Luca Lombroso) dei link davvero interessanti che aiutano a capire cosa succede e perché.

Quest’anno dovrebbe partire la discussione del Psc di Modena (Piano Strutturale Comunale) che imposterà il futuro sviluppo urbanistico della città. Cominciamo con il guardare questo video.

Continuiamo con un brano sulla storia di un paio di terremoti a Bologna e Ferrara nel 1500.

1505 gennaio 3 : I terremoti Bolognesi, che durarono per 136 giorni, continuarono nella notte tra il 2 e 3 gennaio. Alle ore 02.30 circa antimeridiane una fortissima scossa seguita nello spazio di un’ora da altre quattro, sempre più intense con moto ondulatorio – sussultorio, portava danni alla città. In Verona questa scossa benchè sia stata de scritta grande non fece danni. Al 21 di gennaio alle ore 6 di notte una nuova grande scossa si propagò dal centro Bolognese fino a Verona mentre a Forlì fu violentissima. (Rif. 6-18)”

1570 novembre 16 : Il lungo periodo sismico che interessò il Ferrarese dalle ore 09.45 pomeridiane di oggi cessava nel Febbraio 1576. In Ferrara portò danni inestimabili e si contarono oltre 2000 scosse. Nell’area epicentrale si avvertirono Rombi sotterranei, avvennero Bagliori nell’atmosfera, si osservò il rigonfiamento improvviso delle acque del fiume Po con alterazioni del suolo ed emissioni violenti di acqua nerastra frammista a sabbia. La scossa maggiore fu forte a Treviso, Padova, Bologna e Venezia venne avvertita nel Modenese, nel Mantovano, a Firenze e Roma. Per Verona le cronache non riportano nulla, ma certamente fu avvertita in maniera debole e più intensamente nella parte S ud Orientale della Provincia. Questo terremoto è ricordato in una lettera che il canonico P. Sacrati inviava da Ferrara nel Febbraio 1571 all’allora Vescovo di Verona Agostino Valier (o Valerio 1565-1606). (Rif.D.18-19)” da www.ips.it

Ho sentito dire che questo sarebbe un terremoto anomalo per la ripetizione di scosse di magnitudo intensa. Non sembrerebbe leggendo questi appunti storici.

Finiamo con un blog in cui si parla anche di norme antisismiche  e covigenza tra normative diverse, una più e l’altra meno restrittiva. L’articolo è di Marco Mucciarelli, professore di  Sismologia Applicata presso la Facoltà di Ingegeria dell’Università della Basilicata.

“Cose noiose sul terremoto, ma che devono esser dette”

E poi speriamo che il nuovo PSC ne tenga conto.

Donatella Franchi

 


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: