Euro 2012: tra i festeggiamenti lo scandalo dei bambini in Ucraina. Questi sono gli europei della vergogna.

Non bastava la strage di cani e gatti randagi per non turbare il soggiorno dei turisti sportivi che si sono recati in Ucraina al seguito della loro nazionale di calcio. Non bastava la prostituzione minorile per consentire agli stessi turisti sportivi di divertirsi un po’ tra una partita e l’altra. Ora anche il dirottamento di 35 milioni dall’ospedale pediatrico agli europei 2012.
Questi sono campionati di calcio da buttare insieme ai festeggiamenti, ai caroselli di macchine, alle urla, alla mano sul clacson, alle bandiere di troppi italiani (?) per per festeggiare la vittoria di chi guadagna milioni per dare dei calci ad un pallone si dimenticano che 3o mila cani e gatti sono stati ammazzati, che i bambini dell’ospedale pediatrico di Kiev non avranno il reparto oncologico. Questi festeggianti urlanti probabilmente non lo sanno nemmeno, non leggono, non si informano, guardano soltanto le figure, anzi soltanto le figurine dei calciatori.

Gabriele Morelli

Tratto da
Euro 2012: tra i festeggiamenti lo scandalo dei bambini in Ucraina – Reporters.

Il governo ha ridotto di quasi 35 milioni di euro i fondi che erano stati destinati all’ospedale pediatrico Oxkhmatdyt di Kiev per i bimbi malati di cancro, per dirottarli sugli Europei di calcio 2012.

Mentre gli italiani di tutto il mondo festeggiano il  loro orgoglio nazionale – completamente assente durante tutto il resto dell’anno – un altro scandalo si abbatte su questi Europei, dopo lo sfruttamento del turismo sportivo-sessuale e l’orrore della strage di cani. La sanità ucraina infatti ha un ruolo di prim’ordine per il riciclaggio di denaro sporco, a cui prendono parte politici ed amministratori locali.

Secondo quale criterio il calcio è più importante dei diritti dei bambini? Quelli dei bambini ucraini sono stati calpestati con un decreto governativo che li priva del reparto di oncologia (foto: Infophoto).
Ecco la lettera aperta firmata da alcune organizzazioni ucraine ed internazionali:

“Col decreto governativo numero 433 del 21 maggio 2012, relativo ad alcune modifiche da apporre al programma statale per la preparazione e lo svolgimento della fase finale del Campionato Europeo di Calcio in Ucraina nel 2012, il governo ucraino ha ridotto di 349 milioni di grivne (34,9 milioni di euro circa) le dotazioni del bilancio statale, in precedenza allocate all’ospedale pediatrico Oxkhmatdyt, che sono passate da 399 a 50 milioni di grivne e, nello stesso decreto, è stato deciso di aumentare le allocazioni destinate a Euro 2012 di 340 milioni di grivne, portando il totale destinato dal governo ucraino agli Europei a quasi 21 miliardi di grivne“.

 

 


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: