Domande sul nuovo Piano Sosta di Modena

Una domanda. Oziosa? Mica tanto.

Prima del piano sosta attuale, se (vengo da fuori) parcheggiavo l’auto nella zona a pagamento vicina al Novi Sad e mi avanzava del tempo, potevo spostare la macchina vicino a Corso Canalchiaro utilizzando lo stesso scontrino e perdendo solo il tempo necessario allo spostamento. Diciamo che se sapevo di dover rimanere in zona tre o quattro ore, mettevo i soldi nel primo parcometro e utilizzavo lo scontrino senza ulteriori scocciature fino alla fine del periodo di sosta.

Se adesso metto la macchina in una zona a pagamento con tariffa bassa e per non perdere tempo riprendo l’auto per sbrigare una commissione parcheggiando per esempio in zona Viali, la più cara, come pago la differenza?

No, se pensate di dirmi che parcheggiando prima nella zona tariffa più alta e pagando per tutto il tempo previsto possa anche con il nuovo piano sosta usare lo scontrino senza scocciature, la risposta è una sola: grazie ma non sono del tutto… Inoltre potrei avere una scala di priorità nelle cose da fare e non avere comunque la possibilità di mettere in pratica lo stratagemma.

Non ditemi che devo calcolare i tempi. All’evidenza di quello che è meglio fare il cittadino ci arriva da solo ma non sempre è possibile metterlo in pratica.

Allora, la domanda rimane lì a fluttuare leggera nel vento: “come pago la differenza?”

(E nel caso, a chi fatturo il tempo che perdo per l’operazione?)

Altra domanda. A quale distanza sono i parcometri uno dall’altro? Il primo quarto d’ora è gratis ma devo comunque mettere lo scontrino nella macchina. La pensata non sarebbe neanche male per piccolissime commissioni.

Ma.

Se l’unico posto che trovo è distante 100 mt dal parcometro che è nella direzione in cui io devo andare, quanto tempo perdo per fare lo scontrino? Allora, sono 100 mt ad arrivare al parchimetro + 100 mt per tornare alla macchina (e qui scatta il count down) + 100 mt per tornare all’origine, cioè al parcometro. 200 mt percorsi a 5 km/h quanto fa? 2 minuti e mezzo. Pochi?Diventano il doppio se il parcometro è a 200 mt. Tutto questo se non ho il ginocchio della lavandaia, i reumatismi o le scarpe col tacco.

La controdomanda che mi si può fare è: “ma non hai proprio niente di meglio da pensare?”

La risposta stavolta non fluttua leggera nell'”aere”, è qui seduta su una striscia blu: “no”.

Foto ModenaToday

Donatella Franchi

 


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: