News 

Meno tasse e burocrazia, più innovazione e attenzione al cliente

minischermo-touch modena come(riceviamo e volentieri pubblichiamo) 

Comunicato stampa LICOM 

A distanza di quattro anni dalla precedente, si è tenuta l’assemblea generale Licom, associazione che dal 1972 è federata in Lapam Federimpresa. Il commercio e i servizi e il turismo sono settori determinanti per il dinamismo del sistema modenese, settori che richiedono attenzione e tutela: titolo della serata è stato infatti “Il futuro dei negozi, del turismo e dei servizi”.

Primo relatore dell’incontro Elisa Martinelli, del dipartimento di Economia dell’Università di Modena e Reggio Emilia che ha presentato il report di uno studio svolto sui cambiamenti delle abitudini di acquisto dei consumatori e di come l’offerta commerciale si dovrà organizzare per soddisfare la domanda, in un momento di calo generalizzato dei consumi.

Il consumatore italiano sta diventando un vero e proprio ‘professionista dell’acquisto’ e pianifica con cura ogni spesa – ha spiegato Elisa Martinelli – facendo attenzione al prezzo e alle offerte speciali, molto meno propenso agli acquisti d’impulso. L’attenzione del consumatore inoltre si sta spostando sempre di più negli acquisti on line. L’e-commerce nel 2012 è valso 9,5 MLD, dominato dai servizi: il turismo è pesato per il 47%, le assicurazioni per il 10%, editoria e multimedia per il 3%. Tra i beni, l’elettronica e l’abbigliamento insieme sono valsi il 21%. I negozi al dettaglio fanno ancora fatica a reinventarsi e pochi sono attenti alle nuove tendenze e alla qualità della relazione con la clientela. Per rialzarsi è necessario conoscere la domanda e l’ambiente in cui si opera, migliorare le proprie competenze e la propria professionalità, cooperare e collaborare con altri soggetti e stare al passo con l’innovazione”.

L’Assessore regionale al Commercio e al Turismo Maurizio Melucci ha illustrato i programmi della Regione in merito alla liberalizzazione delle attività commerciali, alla concorrenza fra grande e piccola distribuzione, al sostegno al commercio al dettaglio e alle politiche a favore del sistema turistico regionale.

Con la crisi economica e il conseguente calo dei consumi – ha commentato Maurizio Melucci, assessore regionale al commercio e turismo - i commercianti da soli non possono farcela a risollevarsi ma hanno bisogno dell'intervento della pubblica amministrazione a livello locale, regionale e nazionale. E' importante che i piccoli cooperino nella promozione dei propri prodotti, creando reti d'impresa per raggiungere anche mercati che da soli non riuscirebbero a sostenere. Le tasse sul lavoro sono ormai soffocanti ed è necessario che si lavori per snellire gli iter burocratici delle imprese. Nel territorio modenese, compresa l'area del cratere, sono stati attuati programmi per la rivalutazione dei centri di vicinato con progetti di valorizzazione commerciale, riorganizzazione delle attività e miglioramento dell'accessibilità”. Al confronto ha partecipato anche l’assessore provinciale al Commercio, Daniela Sirotti Mattioli.


Il settore del commercio al dettaglio ha necessità di ammodernarsi e di adeguarsi alla domanda – ha commentato Rita Cavalieri, presidente Licom – e su questo come associazione ci impegnamo costantemente. Il web marketing, l’e-commerce e internet sono strumenti innovativi che già molti operatori stanno utilizzando, sia singolarmente che anche attraverso aggregazioni; abbiamo contribuito in questo ultimo anno a far crescere e diffondere la cultura dell’innovazione e delle opportunità offerte dalla rete con seminari formativi. La liberalizzazione completa delle attività economiche, degli orari e la sottrazione alle Regioni della competenza in materia sta avendo conseguenze preoccupanti. La situazione non è certo più rosea in campo turistico. Anche quella di quest’anno è stata una stagione molto difficile, resa tale non solo dalle riduzioni delle presenze ma soprattutto dalla costante crescita dei costi fissi, sempre più elevati”.

E’ necessario cambiare mentalità e cultura – ha concluso il presidente generale Lapam, Erio Luigi Munari – più attenzione al consumatore evitando di concentrarci solo sul prodotto, fare più aggregazione la dove c’è maggior concentrazione di negozi, attivare politiche comuni di promozione e di accoglienza, sfruttare le opportunità offerte dagli eventi realizzati nei centri storici e dal territorio, ripensare al sistema degli orari di apertura, dando maggior rilievo al servizio”.

 


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: