News 

Nomina a Presidente della Fondazione Mef della dr-ssa Mara Bernardini

bernardini modena come

(Riceviamo e volentieri pubblichiamo)

Un pezzo da novanta alla guida della Fondazione MEF. La scelta è azzeccata se ci si affida all’autorevolezza della persona per decretare la chiusura o il forte ridimensionamento di una Fondazione, che è naufragata nel fallimento della conduzione del MEF. Senza appello. Andare a cercare una continuità in nuove immaginarie e inutili funzioni sarebbe diabolico, ma purtroppo rientra nella logica della politica della sinistra modenese che non sa rinunciare ai poltronifici.
Lo ammetto, mi preoccupa l’affermazione del nuovo Presidente del MEF ”che la Fondazione non deve occuparsi solo del Mef, ma anche della valorizzazione della città e delle sue eccellenze”. Ricordo che la promozione del made in Modena era la mission di PROMO che per 20 anni non ha concluso un bel niente, ma vissuto alle spalle della comunità modenese, prima di trovare un salvatore connivente (Camera di Commercio).
Nel caso del MEF sono bastati due anni, ma il salvatore, Ferrari s.p.a., sembra, non intenda accollarsi i responsabili del fallimento, anche perchè, sembra, abbiano costi sproporzionati alle loro competenze, oltre che ai risultati ottenuti. Spero che il rilancio della Fondazione MEF non dipenda da questo, ma nella malaugurata ipotesi il compito di valorizzare la città e le sue eccellenze architettonico/turistiche mi sembra una trovata dal sapore irresistibile. Fa ridere. Lasciate stare! Il Duomo, l’Accademia, S. Pietro, ecc. ecc. si pubblicizzano da soli, sicuramente meglio di quanto potrebbe fare la Fondazione MEF visti i precedenti.

Gian Carlo Pellacani, capogruppo UDC in Consiglio comunale


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: