Parco Rimembranza 

Per Galli e Giovanardi i chioschi sono fuorilegge. Elencati tutti gli abusi commessi

A fine pagina il video della prima parte della conferenza stampa, nei prossimi giorni le parti seguenti

20140228_120412

Premessa

Tutti ormai sanno che la riqualificazione del parco delle Rimembranze prevede la realizzazione di nuovi chioschi tutti uguali a quello che da un paio d’anni è di fianco al cinema Principe. Il grosso problema è sorto quando ci si è accorti che per la costruzione dei chioschi si stavano tirando su colonne di cemento armato 50X50…

L’on Giovandardi e l’ing. Galli, ambientalista, convocano una conferenza al parco delle rimembranze per portare a conoscenza dei media e dei cittadini quello che sta succedendo. L’appuntamento è per venerdì 28 febbraio alle 11 davanti al chiosco chiuso dell’ex Lido.

20140228_115130

Verso le 11.10 cominciano ad arrivare i giornalisti, il proprietario del Lido che non ha ancora iniziato i lavori, il proprietario del Bar Elio che ha già iniziato, qualche consigliere ed ex consigliere, Enrico Benini e alcuni curiosi. Subito dopo arrivano Giovanardi e Galli che ha una sporta piena di documenti.
Si vede subito che l’aria è abbastanza tesa: i proprietari dei chioschi non ci stanno ad essere messi in mezzo a quella che ritengono una faccenda politica ma che rischia di creare loro serissimi problemi economici.

La cronaca
Appena Giovanardi e Galli arrivano si forma il capannello di giornalisti. Telecamere, taccuini e macchine fotografiche sono puntati in direzione della cartina del parco che viene srotolata e le orecchie tese a quello che Giovanardi riassume in breve e Galli approfondisce.
Ad un certo punto, una giornalista televisiva di trc individua il proprietario del chiosco Lido e cerca un posto tranquillo per fargli qualche domanda lontano dagli amplificatori. Altri giornalisti notano il movimento e vanno a vedere.

20140228_114305 - Copia
Dietro al chiosco il proprietario del Lido spiega le sue ragioni improvvisando una sorta di conferenza stampa parallela. E’ a questo punto che Giovanardi si accorge della cosa, si dirige verso l’altro capannello per far presente che la conferenza stampa è dall’altra parte.

20140228_114331 - Copia

Ed è qui che gli animi un po’ si scaldano e nasce un diverbio che coinvolge Giovanardi, il proprietario assai girato.

20140228_114339 - Copia

La cosa alza l’interesse quel tanto che basta.
Dopo l’episodio, come da programma la conferenza stampa diventa itinerante, spostandosi lungo il parco delle rimebranze verso piazzale Risorgimento per vedere nel dettaglio i cantieri.

Le ragioni sostenute da Gaetano Galli e appoggiate da Giovanardi (che sono le stesse di Italia Nostra, di una parte della sinistra, degli ambientalisti in generale e del movimento 5 stelle oltre che di una parte di residenti), nascono dal fatto che l’intervento autorizzato da Comune e Soprintendenza è in contrasto con i principi della “Carta Italiana dei Giardini Storici” e che lo stesso piano regolatore del comune vieta l’edificazione nei parchi di interesse storico. Il parco delle Rimembranze costituisce un parco storico dichiarato di interesse culturale dal D.Lgs  n 42 del 2004 e sottoposto dal novembre 2005 a tutte le disposizioni di tutela contenute nel Decreto Legislativo e sottoposto allaCarta italiana dei giardini storici 

Quindi l’intervento in atto nel parco delle Rimembranze sarebbe in contrasto non solo con il Dlgs 42/2004 art 20 modificato dal dlgs 62 del 2006 ma anche con l’art 13.21 del RUE di Modena. 

Si configurerebbe quindi un abuso da parte di Giunta e Soprintendenza rispetto a quanto autorizzato.

Qui sotto la prima parte del video girato da Modenacome


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: