Parco Rimembranza 

Parco delle Rimembranze: riqualificazione urbanistica? Interrogazione di Sandra Poppi

parco chioschi

 INTERROGAZIONE URGENTE

Premesso

  • ·che per i modenesi è “il parco” in quanto si tratta del più antico parco della città dopo il Giardino Ducale Estense e si trova a ridosso del centro storico di Modena. Ricalca una parte del percorso delle antiche mura che furono abbattute nella prima metà del ‘900, è stretto e lungo a forma di L, va da Piazzale Risorgimento a Largo Garibaldi ed è affiancato da Viale Delle Rimembranze e Viale Martiri della Libertà dalla parte verso il centro e da Viale Muratori e Viale Fabrizi dalla parte opposta;
  • ·che il Parco delle Rimembranze è sottoposto alle disposizioni del D. Lgs. 42/2004 e s.m.i. – Codice dei beni Culturali e del Paesaggio, vincolato con atto D.D.R. Del 11/10/2005;
  • ·che dal 2007 si parla di riqualificazione urbanistica e valorizzazione commerciale del Parco delle Mura ( in realtà Parco delle Rimembranze );
  • ·che dagli atti recentemente acquisiti con accesso, verbali di conferenze di servizi, autorizzazioni uniche e permessi di costruire dei chioschi, si apprende che le costruzioni con struttura in cemento armato e la sistemazione del verde (comprese rimozioni di piante di pregio) sono perfettamente conformi alle norme e si inseriscono del tutto correttamente nel parco vincolato anche come altimetria, pavimentazioni, fognature, rifiniture, materiali e colori;

Considerato

  • ·le perplessità già espresse a suo tempo sulla realizzazione di quei chioschi ed il dissenso generale di questi giorni sulle autorizzazioni e pareri rilasciati dai vari uffici competenti;

Si interroga la Giunta per sapere

1)se intende rivedere l’intero progetto di restauro del Parco delle Rimembranze (nel ricordo dei caduti della prima guerra mondiale) che possa comprendere al suo interno una rivisitazione e ottimizzazione dei chioschi salvaguardando comunque sempre il disegno originario del Parco con aiuole, alberature di alto e medio fusto ed essenze arbustive;

2)se, in attesa di una ridefinizione di tale progetto, ritiene di sospendere i lavori delle opere di edificazione vere e proprie con fondazioni e pilastri in cemento armato che hanno pesantemente compromesso l’integrità e l’aspetto naturale dell’area verde e del Parco;

3)se è possibile, sempre in attesa della revisione dei progetti, predisporre chioschi  provvisori in legno per la stagione estiva, in modo che l’attività possa determinarsi anche se in modo parziale.

Il Capogruppo

 Sandra Poppi


video banner 1

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: