Parco Rimembranza 

Il parco non può essere distrutto con capannoni e ristoranti da sagra di paese


camminata nel parcoSotto la pioggia si è svolta la camminata di tanti cittadini per manifestare contro un progetto orribile voluto a tutti i costi dal Comune guidato da Pighi.
Il parco cittadino non può essere distrutto a favore di attività commerciali di ristorazione aperte in edifici-capannoni costruiti in cemento armato.

Nella parte finale del video compare il gestore di uno dei chioschi che urla contro i manifestanti la sua rabbia per come stanno andando le cose, per il sequestro dei cantieri da parte della magistratura.

Il pasticcio, quindi anche i danni subiti dal gestore, sono stati creati dal Comune ed ora anche chi ha iniziato i lavori, impegnandosi finanziariamente, si trova in una situazione difficile.
Il progetto sbagliato l’ha voluto il Comune, è ora che il Comune rimedi risarcendo i danni creati sia ai gestori sia alla città nel suo complesso.

I cittadini hanno il diritto di chiedere alla prossima amministrazione comunale di risarcire la città dei danni causati da questa e quindi hanno il diritto di chiedere una diversa politica che tuteli e qualifichi i parchi esistenti e crei le condizioni per aumentare gli spazi verdi in città, migliorando la qualità della vita di tutti.
Qualche gestore che continua ad urlare che i soldi per costruire il suo capannone di cemento li ha tirati fuori lui, non ha evidentemente capito che con quei soldi non ha comprato un pezzo di parco. Anche quell’aiuola oggi devastata dal cemento appartiene ala città.
Potrà sempre chiedere un risarcimento all’amministrazione comunale.
I cittadini il risarcimento lo chiedono in termini di maggiore tutela del verde pubblico, di eliminazione del degrado, di recupero e riqualificazione vera di tante aree con edifici abbandonati.

pub tazzina di caffe rid


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: