You are here
La creatività nel parcheggio a Modena Balordaggini 

La creatività nel parcheggio a Modena

posti dritti 1Modena ha il primato della creatività se parliamo di parcheggi. In un precedente post ci eravamo soffermati sul trappolone di piazzale Risorgimento. Oggi vorremmo spostare l’attenzione sui pacheggi di viale delle Rimembranze.

Magari ci si passa per molti anni e non ci si fa caso, oppure ci si fa caso ma dopo poco diventa abitudine. Tutti sanno che il viale e tre corsie. Due per le macchine a senso unico e una per gli autobus che viaggiano in senso inverso. A dividere i sensi di marcia un parcheggio. Per chi non conosce Modena specifichiamo che si, hanno capito bene: il parcheggio è in mezzo alla strada sulla sinistra oltre che sulla destra.


Sempre per chi non avesse mai visto Modena, teniamo a dire che inquel punto il viale fa una curva, anzi, un curvone. Entrambi i parcheggi hanno gli stalli a pagamento dritti, quelli che devi andare un po’ avanti e poi entrare in retromarcia.

Saranno i parcheggiatori ad essere difficili o sarà che quando devi fermarti in mezzo alla strada e fare una retro  sulla corsia di marcia, sotto curva, ti prende l’istinto di sopravvivenza e cerchi un altro posto?

Dall’altra parte è più o meno la stessa cosa, solo che il passeggero, anziché scendere in mezzo alla strada va direttamente in mezzo alla siepe che costeggia il viale. Se viaggi per dire col nonno che si rifiuta di abbracciare la pianta puoi sempre fermarti, sempre sotto curva, in mezzo alla strada, e tentare la sorte facendolo scendere e camminare sempre in mezzo alla strada fino al varco più vicino.

Mettici poi che, essendo lo stallo rigorosamente a pagamento, devi scendere dall’auto,  avvistare un parcometro (che sulla destra e sempre dietro la siepe, apostato esattamente come gli ausiliari del traffico). Se hai parcheggiato sulla destra cammini in mezzo alla strada sotto curva fino al primo varco, prendi il biglietto, torni indietro sempre in mezzo alla strada, apri la portiera, metti il biglietto e se sei sopravvissuto torni indietro verso il varco. A questo punto sei salvo.

Se hai sciaguratamente scelto il parcheggio nel centro hai due possibilità:i decidi per un parcometro a destra e attraversi le due corsie sotto curva per il ticket da esporre, riattraversi per tornare alla macchina e riattraversi di nuovo, per raggiungere la meta. Oppure  adocchi un parcometro sulla sinistra e attraversi 3 volte la corsia degli autobus, che arrivano dalla parte opposta.

E il bello è che, quando arrivi al parcometro, trovi un adesivo che ti dice che potevi risparmiarti due terzi del rischio e attivare il parcheggio con una comoda app, che si chiama addirittura sostafacile. Che a questo punto è quasi un salvavita…

La creatività quando la incontri la riconosci subito.

posti dritti 2

 

posti dritti


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: