News 

Il Palatipico per l’Expo 2015 in Piazza Roma: una idea da bocciare

novi park

Abbiamo letto dell’idea del presidente della Camera di commercio di allestire in Piazza Roma per la durata di sei mesi, in occasione dell’Expo 2015, una tensostruttura che facilmente diventerà un tendone da circo. 
Una idea balzana che rivela immediatamente l’incapacità di pensare in termini di promozione della città. Inoltre testimonia quanto sbagliata sia la collocazione del Palatipico in Viale Virgilio alla Bruciata, se la prima volta che che si verifica l’occasione di promuoverlo si ricorre ad una sede esterna e provvisoria. 

Collocare un allestimento in Piazza Roma significa creare per sei mesi altri problemi ad un centro storico agonizzante e colpito a morte da più parti: la pedonalizzazione forzata della stessa piazza senza offrire alternative ai parcheggi, la costruzione di capannoni da villaggio artigiano nel Parco delle Rimembranze, iniziative da strapaese nelle zone più belle città. 

Esiste a Modena da oltre due anni una struttura, anche questa voluta in modo arrogante dall’amministrazione, che a tutt’oggi rappresenta un flop colossale e che dovrà essere pagata dai modenesi per i prossimi 40 anni. Rendiamola finalmente utile.

Parliamo del Novi Park il parcheggio interrato utilizzato soltanto per un terzo della sua capienza, sul quale è stato costruito quello che viene chiamato Archeo Park, in realtà un pasticcio non indifferente sul piano delle scelte paesaggistiche e di allestimento. 
Quell’area rappresenta in questa circostanza la migliore soluzione possibile per un allestimento provvisorio del Palatipico per l’Expo 2015. 
E’ prevedibile un allestimento migliore organizzato in padiglioni che sono sicuramente più fruibili che non tramite una unica struttura collocata in Piazza Roma con il risultato di bloccare ancora di più l’accesso al centro storico. 
Il parcheggio sotterraneo si può dimostrare in questo caso finalmente utile favorendo l’accessibilità. 

All’interno di un piano complessivo di promozione della città sarà utile pensare, oltre alla collocazione al Novi Park, anche all’allestimento di piccole strutture in vari punti del centro storico, in modo da costituire un percorso di scoperta e conoscenza di quanto Modena può offrire. 
Per l’occasione consigliamo di orientare nel modo giusto le piantine dei monumenti e le cartine turistiche che al momento sono tutte capovolte e disorientano più che dare informazioni. E’ troppo pensare ad una informazione turistica con la collocazione di codici Qr e sistemi di realtà aumentata ?
Occorre un piano di promozione, occorre saper fare del marketing urbano e non straparlare di marketing del territorio che ha tutt’altro significato. 
Occorre finalmente che i progetti siano elaborati da chi ne ha le competenze professionali, discussi e condivisi prima di essere realizzati. 
Noi, i cittadini, i commercianti, i professionisti, siamo tutti a disposizione. 

pub tazzina di caffe rid


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: