You are here
Il degrado in Largo San Francesco News 

Il degrado in Largo San Francesco

piazzale san francesco

Pubblichiamo la risposta di Gaetano Galli all’associazione di strada SAN FRA che ha da tempo organizza nel piazzale discutibili attività. Dopo il fare la maglia, il giocare a biliardino e altre amenità, sono arrivate le installazioni gonfiabili che hanno ridotto il piazzale antistante la chiesa e il palazzo Lolli-Venturelli allo stato di cortile degradato a sagra da strapaese. 

RISPOSTA A  SANFRA  di  Gaetano Galli .

Leggo dichiarazioni rilasciate alla stampa, di questo tenore: “ L’Associazione si dice stupita nel leggere delle “presunte “ lamentele di residenti e negozianti in merito alle stesse.”

Verificato e dimostrato, sebbene non ve ne fosse bisogno, che non sono per nulla “presunte”, le lamentele, come maliziosamente avevate pensato, ( vedi  articolo  giornale  GAZZETTA DI MODENA di sabato 12 Aprile 2014), il fatto che da parte Vostra vi sia stupore , lo lasciamo commentare  ai cittadini modenesi , sicuramente in grado di valutare con la loro intelligenza, i fatti di cui vi siete resi responsabili , a danno dell’immagine e della qualità urbana di una città sede di Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Ci chiediamo altresì ,chi possa mai essere stato ad affidarVi il compito e “consentirVi  di farVi carico della riqualificazione dei dintorni e del sistematico e comunitario controllo delle situazioni” , come Voi dichiarate! Certamente singolare e inusuale questa autoassunzione di compiti ,da parte dell’Associazione Sanfra, che forse nemmeno l’assessore al Centro storico Prampolini conosceva ed immaginava.

In merito poi alla Vostra precisazione che la baitina di Biancaneve ed i sette nani è in realtà una casetta in legno che vende frittelle fatte sul momento e non piadine , come avevo erroneamente detto, questo si che è un fatto sicuramente determinante che cambia completamente e giustifica  il quadro dello spettacolo di degrado che  Sanfra  ha  allestito in Largo S. Francesco! 

Mai avevo udito tante  note stonate raccolte tutte assieme, nel Vostro comunicato dato alla stampa, dovute, abbiate pazienza, ma devo dirlo, ad una preoccupante manifesta povertà culturale, a  superficialità, pressapochismo , approssimazione, scarsa conoscenza storica e  mancato rispetto dei luoghi della città antica, ma soprattutto mancato rispetto dei cittadini modenesi e non .

In città , vi è grande preoccupazione per eventuali  vostre future iniziative , che potrebbero essere portate all’attenzione dell’Assessore Prampolini, si teme per le aree “vuote” nell’ambito di S. Francesco, da “riqualificare” secondo voi e togliere allo spaccio, si auspica  che non venga trasformata in area di orti per anziani il piazzale  parrocchiale della Chiesa (ex parcheggio Ristorante Fini ) collocata attorno alla fontana del Santo, a cui  potrebbe essere attinta acqua per le coltivazioni di insalata,  fagiolini, cipolotti, pomodori ed altre verdure , così con semplicità , come si faceva una volta, come dite Voi.

 

Un consiglio pertanto, affinché nel possibile , evitiate di  porre in atto altre iniziative del genere in luoghi pubblici . Non oso pensare se invece di essere  Sanfra , foste stati invece l’associazione Duomo ; la mia riflessione  va subito a cosa avreste concepito  e chiesto di  installare davanti al sagrato del Duomo, oppure a lato dalle Porta Regia  all’Assessore Prampolini .

Quest’ultimo, accogliendo favorevolmente la Vostra disponibilità a farVi carico della iniziativa proposta, avrebbe acconsentito, aggiungendo magari : Ottima iniziativa, ma perché non ci abbiamo pensato prima? 

Carissimi Sanfra, purtroppo non è proprio una questione di gusti come andate scrivendo sul giornale , ma soprattutto , prima di additare me stesso come persona che” preferisce vivere la sua vita dentro dispositivi elettronici all’interno della sua sicura  abitazione” e  “sputare  sentenze” , documentatevi  meglio sulla mia vita ed il mio impegno continuo, pesante ,ve lo garantisco, e spesso anche efficace  (e  ne sono orgoglioso), a favore ed in difesa dei beni culturali e naturali della nostra città, sì proprio quelli che Voi avete offeso con la vostra iniziativa in Largo S. Francesco.

Mentre Voi  installate scivoli e castelli gonfiabili, fate agli indiani , consumate frittelle dolci alla Nutella in “baitina” e organizzate eventi  Music in Town con i denari dei cittadini e disturbo dei residenti, voglio informarVi  che attualmente

sono impegnato in una  vicenda molto seria, (ecco anche perché Vi rispondo con ritardo), senz’altro più importante e meno divertente della Vostra, ma per la quale  tantissimi modenesi mi stanno seguendo con attenzione e passione, manifestandomi  il loro totale ed incondizionato appoggio e caloroso sostegno. Approfitto e colgo l’occasione in questa sede, per ringraziarli sentitamente tutti.

  Gaetano Galli

 

 


Gabriele Morelli

Gabriele Morelli

Social media Manager at GMComunicazione
Gabriele Morelli

Latest posts by Gabriele Morelli (see all)

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: