News 

Il vecchio e il nuovo


giuseppe pellacani 1
(riceviamo e volentieri pubblichiamo)

Il senatore Giovanardi dice che si è candidato a sindaco 15 giorni prima di me. Forse è anche vero, ma siccome in politica è arrivato 40 anni prima di me allora vuol dire che ho già recuperato 39 anni 350 giorni. E non mi meraviglia, perché mentre la coalizione di centrodestra (Forza Italia, Fratelli d’Italia-AN e UDC) ha allestito una Maserati per competere con il candidato del PD (l’assessore regionale Giancarlo Muzzarelli: a proposito a quando le dimissioni?), gli amici dell’NCD sembra stiano preparando un pullman per una visita al santuario di Puianello.

Ho scelto la Maserati non a caso perché rappresenta simbolicamente la Modena di oggi e il rischio di impoverimento che corre. L’ho scelta per ribadire ai lavoratori che i loro timori e le loro preoccupazioni sono le mie. Sono con loro e difenderò con le unghie e i denti i loro posti di lavoro, come ho già detto nell’incontro con i sindacati, al quale il noto Senatore ha preferito non partecipare.

In un simile contesto mi sorprende anche che il candidato PD non faccia proposte concrete sulla Maserati e si preoccupi invece di lisciare il vecchio pelo ideologico con il lancio di un’agenda “Memoria-Modena”. Politicamente a lui renderà di più, ma a Modena, ai lavoratori, a chi soffre, a chi spera in fatti concreti sicuramente non serve a niente. Certe cose possono anche risultare sopportabili quando si ha la pancia piena, quando non si ha il problema di mantenere la famiglia. Ma oggi proprio non interessano più.

Se non si imprime una svolta all’economia non ce ne è più per nessuno. Bisogna dare priorità a chi produce ricchezza, che equivale a lavoro e benessere per tutti. La chiave di volta per la crescita competitiva di un sistema in un’economia moderna, basata sulla conoscenza, è l’interazione tra le imprese, l’università e le istituzioni di governo locale. Il Sindaco deve essere il motore di questa interazione Questo è uno dei temi su cui vorrei confrontarmi con Muzzarelli, al quale consiglio, se me lo permette, di lasciare perdere le agende, i tavoli di confronto e tutti gli inutili orpelli della vecchia politica,  buoni solo per chi vuole perdere tempo. A Modena il tempo è scaduto.

Giuseppe Pellacani – Candidato sindaco per il centro destra

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: