Parco Rimembranza 

I candidati sindaci devono dire ora che cosa intendono fare nel Parco della Rimembranza

Prima Pagina   VirtualNEWSPAPER   05 05 2014

Dopo tutto quello che è accaduto, dopo il maldestro tentativo dell’amministrazione comunale uscente di edificare nel Parco della Rimembranza dei capannoni per la ristorazione collettiva, con l’intenzione di uccidere commercialmente e definitivamente tutto il centro storico, dopo il sequestro dei cantieri chiesto dalla Procura, l’accettazione da parte del GIp, le motivazioni del Tribunale del Riesame che hanno ravvisato anche presunte responsabilità da parte dei gestori, assistiamo ora al silenzio della politica a 20 giorni dal voto amministrativo. 
I candidati sindaci, tutti e non solo Muzzarelli, devono dire ora, prima del voto, che cosa intendono fare, che progetto hanno per il Parco della Rimemembranza, lo devono dire in modo chiaro e non con dichiarazioni fumose e generiche. Per essere ancora più chiari: 
– gli attuali scheletri di capannoni, al momento ancora sotto sequestro, sono da abbattere o no ?
– il Parco della Rimembranza va ripristinato come verde pubblico, bene comune dei cittadini o no ?
– sarà effettuato un intervento di manutenzione straordinaria del verde in tutti i parchi cittadini, giardini ducali compresi, sì o no ?
– quale progetto di chioschi, dettagliato in modo preciso, si pensa di elaborare per il Parco della Rimembranza ?
– quale progetto si pensa di elaborare per collegare il Parco e il centro storico in modo sinergico, per valorizzare entrambi ?

Queste sono solo alcune domande alle quali i candidati sindaci devono rispondere ora, subito, prima del voto. Sarà a partire dalle loro risposte, dalla qualità delle idee e dei progetti che i cittadini potranno andare a votare e scegliere in modo consapevole.
Insistiamo su questo punto perchè il titolo pubblicato da PrimaPaginaMo ci spaventa. Cosa significa “cambiare le norme per parchi protetti” ? 

Prima si fa un tentativo di costruire dei capannoni a ridosso del centro contravvenendo a tutte le regole, anche a quelle scritte dal Comune stesso, poi dopo l’intervento della magistratura si pensa di cambiare le regole ? 
Per fare cosa ? 
Lo vogliamo sapere prima del voto. 

pub tazzina di caffe rid

 


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: