You are here
Chi deve garantire la sicurezza nel Parco della Rimembranza ? Parco Rimembranza 

Chi deve garantire la sicurezza nel Parco della Rimembranza ?

10313492_10152363481734351_1120846986996921881_n

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La foto che ha realizzato un cittadino e che ci ha autorizzato a pubblicare, testimonia una apertura di circa 40 centimetri praticata nella recinzione di un cantiere. 
I gestori e titolari delle concessioni urlano al degrado del parco a causa dell’avvenuto sequestro. Come più volte abbiamo dimostrato con foto e filmati il degrado nel parco è antecedente non solo al sequestro ma anche all’apertura dei cantieri. 
Inoltre, vale la pena di chiarirlo ancora una volta, i gestori sono stati nominati dal tribunale custodi dei cantieri sequestrati, conseguentemente è una loro specifica responsabilità mantenere la recinzione integra e sicura. Non si tratta tanto di impedire l’ingresso ai senza tetto, eventualità gonfiata ad arte per fare pressione sulla magistratura ed ottenere il dissequestro dei cantieri, quanto di fare in modo che almeno siano evitati rischi per i bambini o per chiunque altro si possa introdurre nei cantieri e – oltre a commettere un reato – si possa inavvertitamente fare del male.
Il Parco da sempre è pieno di pericoli per i bambini, ci sono ad esempio sul lato di viale Fabrizi ringhiere arrugginite, tranciate, nella zona del vecchio Lido Park i pericoli, compreso quello delle infezioni, sono tantissimi.
Per ultimo rappresenta un grave pericolo aver tolto la siepe davanti al cantiere Bar Elio.
Considerata la brillante idea di far passare gli autobus in contromano, con le macchine parcheggiate al centro di viale della Rimembranza, è questione di un attimo che due bambini che corrono finiscano senza più la protezione delle siepe nella corsia degli autobus.

La sicurezza nel parco come in tutta la città deve essere garantita dalla polizia municipale e dalle forse dell’ordine. Ai gestori dei chioschi . capannoni compete però come stabilito dal tribunale la custodia dei cantieri.


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: