Loading

 

20140522_113952

A pochi giorni dal voto alle amministrative, Artestampa propone il lavoro di Giancarlo Pellacani “soluzioni ideali: 50 anni di libero pensiero e qualche impresa memorabile condotta in ambiente ostile”.

Con uno stile narrativo autoironico ed elegante trasporta il lettore nel backstage della sue carriere prima universitaria poi politica che lo hanno portato a guidare l’ateneo di Modena e Reggio per 9 anni e in consiglio comunale per 5, portando quasi il sindaco uscente Pighi al ballottaggio.

20140522_114024

Un’analisi lucida, politicamente “scorretta” intesa come non allineata, delle dinamiche Modenesi. Pellacani vede come causa primaria del declino Modenese la sinergia tra mancanza di ricambio politico e l’aumento del peso economico nazionale della cooperazione rappresentata dalla Lega delle cooperative che fa evolvere il modello emiliano creando una situazione di monopolio mascherato che condiziona l’intero sistema modenese con pesanti ripercussioni sulla crescita ì.

Una lettura che comprende le politiche urbanistiche basate sulla “città che consuma”  (sia alloggi che merci) e che vede prevalere gli affari sulla politica.

E’ uno sguardo sulla società modenese che non risparmia nulla a nessuno. Un libro vietato ai permalosi ma che, forse a sorpresa, concede l’onore delle armi a Daniele Sitta, avversario politico ed ex assessore all’urbanistica, uscito dall’amministrazione Pighi con un certo clamore mediatico e sbattendo la porta.

Interessante mettere a confronto la visione, non tanto diversa, sulla pista di Marzaglia che troviamo sia nel libro di Pellacani che in quello di Sitta (realizzatore dell’opera), uscito da poco per Artestampa, intitolatto “Un’altra strada”.

20140522_113918

Il punto del libro più suggestivo? […] ma ho visto rapidamente allungarsi sulla Città le “ombre dei nani” ed arrivare improvvisamente il tramonto. Quale miglior metafora di quella di Confucio, che per primo comprese come la società vada in declino quando l’importanza di uomini di scarso valore aumenta a dismisura?

Opportuno che il libro uscisse a pochi giorni dal voto? Più che mai. Occorre guardare le cose da più punti di vista prima di regalare o rinnovare la fiducia a qualcuno. Spero che la mia collezione sia solo all’inizio.

E si capisce, leggendo il libro, il senso dell’appello di Giancarlo Pellacani alle sentinelle elettorali. La pagina del libro  in cui si racconta l”episodio di verbali pasticciati e di fogli incollati gli uni sugli altri in alcuni seggi non deve essere scritta mai più. Chiunque vinca (spero il migliore), deve vincere senza ombre, senza che rimanga l’idea di qualcosa di poco chiaro.


pub tazzina di caffe rid

Top Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: