You are here
Domenica 8 votiamo per noi News 

Domenica 8 votiamo per noi

bandiere33
Con il ballottaggio di domenica i cittadini modenesi si trovano davanti a una scelta epocale. Da una parte il Movimento 5 Stelle che punta su democrazia, partecipazione e trasparenza. Dall’altra il centrosinistra che per assicurarsi il potere ricorre a ogni mezzo, come ha confermato l’ultima campagna elettorale.
Già durante le primarie del Partito Democratico erano emerse le cattive usanze della vecchia politica, con un Consigliere comunale accusato dagli avversari di accompagnare cittadini stranieri al seggio, fornire loro i due euro necessari per votare e portarli a pranzo. Il tutto a vantaggio del candidato che poi ha concorso alla carica di sindaco con il simbolo del Pd e oggi si ritrova al ballottaggio con Marco Bortolotti.
Il giorno delle elezioni amministrative è successo di peggio. Ci riferiamo al seggio di Bomporto, dove i militari incaricati dell’ordine pubblico hanno segnalato alla Procura il comportamento anomalo di alcuni rappresentanti di lista del centrosinistra che erano stati sorpresi a distribuire le schede bianche su richiesta, sembra, del presidente. Un comportamento vietato dalla legge, quello che potrebbe aver agevolato un’attività di propaganda all’interno del seggio, scoperto dai rappresentanti di lista del M5S che hanno subito informato gli ufficiali. Gli stessi esponenti del Movimento erano stati oggetto, poco prima, di una campagna tesa ad ostacolare il loro operato, quando era stato impedito loro di muoversi negli spazi esterni, ma di pertinenza ai seggi, e di indossare il simbolo della lista. Gli ufficiali interpellati, regolamento alla mano, avevano dato ragione ai pentastellati, poi erano finiti nel mirino dei rappresentanti di lista del centrosinistra che, dopo aver scattato una serie di foto lì dove non era possibile farne riprendendo i pubblici ufficiali, li avevano accusati ingiustamente di favorire gli esponenti del M5S.
A tanto può arrivare una classe politica che non vuole rischiare di perdere il potere sulla città di Modena. Con quali interessi? Lo scandalo degli appalti pilotati del Policlinico, con 63 indagati e un sequestro di conti correnti per un milione e mezzo di euro, è un esempio di ciò che può maturare nel contesto in cui la città è stata gestita finora.

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: