Chioschi, bocciata l’incompetenza della giunta Pighi

chioschi parco della rimembranza

La decaduta giunta Pighi ci ha provato a proporre, con una delibera di giunta a pochi giorni dalle elezioni, una soluzione pasticciata in salsa modenese.
L’idea, sostenuta anche da Muzzarelli in campagna elettorale, era abbastanza peregrina: abbattiamo soltanto le colonne di cemento, ci mettiamo dei pali di legno e lasciamo la platea di cemento armato.
In sostanza prendiamo un po’ in giro i cittadini e costruiamo ugualmente i capannoni per la ristorazione. Poi chi se ne frega dei danni agli alberi.

L’illusione di aggirare l’ostacolo è stata però sonoramente bocciata dalla magistratura ed anche dal consulente chiamato dalla procura per un parere tecnico sulla questione.
Insomma l’ennesima figuraccia da parte di amministratori incompetenti che pensavano che il Parco della Rimembranza potesse essere lottizzato per costruire una catena di ristoranti, pizzerie, friggitorie, rosticcerie, tutte uguali e dislocate lungo tutta l’area verde che contorna il centro storico.
chioschiL’articolo di Prima Pagina mette in evidenza anche l’incompetenza sul piano procedurale. Occorreva, eventualmente,  una delibera votata e approvata dal consiglio comunale e non dalla giunta.

Tradotto, hanno provato a fare i furbi fino all’ultimo.
Ora tocca a Muzzarelli. Si dice che nella prossima giunta in via di costituzione, tra equilibri di partito e pretese da parte dei poteri economici che governano la città, in giunta ci sarà ancora l’assessore Giacobazzi.
Vi ricordate una certa trasmissione radiofonica sulla questione dei chioschi ?
In quella occasione Giacobazzi ha affermato che i chioschi in cemento armato potevano tranquillamente essere rimossi.
E’ arrivato il momento.
Prego Giacobazzi si accomodi, ora bisogna agire, pensa di fare tutto da solo ?
Noi siamo qui e intendiamo goderci lo spettacolo.