Parco Rimembranza 

Chioschi, Muzzarelli tenta il colpo di mano

chioschi parco rimembranze

Giovedì 24 luglio approderà in Commissione consiliare SETA una variante al R.U.E. (Regolamento Urbanistico Edilizio), proposta dalla squadra del Sindaco Muzzarelli a chiarimento dell’art. 13.21:‘Ville, giardini e parchi di notevole interesse’.

Battezzata comma 2 bis costituirebbe, a detta dell’Assessore Vandelli, un chiarimento al comma 2 del succitato articolo: si dichiara sostanzialmente che nei parchi pubblici è ammessa la realizzazione di manufatti di servizio necessari alla pubblica sicurezza e alla migliore fruizione da parte dell’intera collettività, come chioschi, servizi igienici o spazi di custodia, in conformità con il Psc-Poc-Rue e, per le modalità d’intervento in presenza di vincoli, all’autorizzazione rilasciata.

Peccato però che il comma 2 sia già una norma che, con rara chiarezza, delimita la progettazione, la realizzazione e la manutenzione di manufatti ‘di servizio’ come gazebo e piccoli depositi per attrezzi, con esplicita esclusione di opere ‘in muratura’. Non sfuggirebbe nemmeno ai più distratti il maldestro tentativo di spacciare “chioschi bar, ma anche bagni pubblici, ecc…..in muratura” per ‘manufatti di servizio …necessari alla pubblica sicurezza ed alla miglior fruizione del bene da parte dell’intera collettività’.

Riteniamo che diminuire il numero dei chioschi e, con un colpo di mano, cercare di rendere lecito ciò che non è nemmeno legale – come testimonia l’attività giudiziaria attualmente in corso – in barba alla volontà espressa dai cittadini di Modena sia chiaro indice di malafede, questa si trasparente, condivisa e in perfetta continuità con la Giunta precedente.

E’ questo il nuovo, il cambiamento promesso dal Sindaco Muzzarelli?

Il Movimento 5 Stelle, coerente con il proprio programma elettorale, ritiene indispensabile il recupero integrale e la salvaguardia delle aree verdi e la realizzazione di chioschi-bar ‘leggeri’, privi di servizi igienici interni, posati sul terreno previa rimozione dei basamenti in cemento e dei plinti di ancoraggio. Chiede inoltre che si proceda – come peraltro annunciato dallo stesso Assessore Vandelli – alla realizzazione di servizi igienici pubblici mobili, dislocati strategicamente e in numero sufficiente a soddisfare le esigenze di chi vive e visita la nostra città.

Per queste ragioni il prossimo 24 luglio il Movimento 5 Stelle voterà contro la variante proposta dall’Assessorato Edilizia, Politiche abitative, Aree produttive. Il resto lo farà la Magistratura.

Movimento 5 Stelle – Modena​

 


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: