Loading

chiari

Tra qualche giorno scadrà il termine per la partecipazione ai bandi per posti da dirigente presso il Comune di Modena. Il Movimento 5 Stelle, come nella sua natura, ha cercato di capire quali sono le caratteristiche richieste per i nuovi assunti.

Saltano all’occhio la definizione dei requisiti e i titoli accademici necessari: tutti i profili dei dirigenti richiesti presuppongono il possesso di lauree in ambiti specifici, tranne che in un caso. Nel bando di concorso per il posto di Comandante della Polizia Municipale di Modena si richiede un diploma di laurea vecchio ordinamento, di laurea specialistica o magistrale, senza però riportare alcuna indicazione in merito all’ambito della stessa.

Per non rischiare di incorrere in errori di valutazione abbiamo svolto una ricerca sui bandi di concorso per i posti di Comandante di Polizia Municipale in tutta Italia, dalla Lombardia al Veneto fino alla Puglia e alla Campania.

Spiccano in particolar modo l’assenza del bando di concorso del Comune di Modena dalle principali Banche Dati dei Concorsi Italiani, dalla Gazzetta dei Concorsi – oltre che a livello regionale e nei maggiori motori di ricerca del settore – e la presenza in tutti i bandi analizzati, sia a livello regionale, sia a livello nazionale, di specifici requisiti sul titolo di studio che ogni aspirante deve possedere per partecipare, ovvero di una laurea in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economia e Commercio ed equipollenti.

Allora il dubbio rimane; perché i requisiti di base del bando in questione sono diversi da quelli di tutti i bandi emessi dal nostro Comune per la ricerca dei dirigenti, e inoltre si differenziano da quelli richiesti da tutti gli altri comuni italiani?  E non possiamo fare a meno di chiederci se questa dimenticanza non sia legata al fatto che l’attuale Comandante Chiari della Polizia Municipale, laureato in architettura come si evince dalla lettura del suo curriculum vitae, verrebbe escluso dal bando se si applicassero i requisiti normalmente richiesti per questa posizione.

La storia, quindi, si ripete. Il nostro Sindaco affermava in campagna elettorale che la politica non c’entra con l’assegnazione di incarichi dirigenziali, ma nella realtà la situazione sembra essere differente da quello che ci si poteva augurare. Il Sindaco Muzzarelli ha sempre parlato di trasparenza e di partecipazione, ma nei fatti i bandi rimangono confinati nelle pagine web del Comune di Modena e le scelte della nostra Amministrazione vengono condivise solo se non toccano interessi precostituiti.

Come Movimento 5 Stelle e come Cittadini ci auguriamo che questo bando venga immediatamente bloccato e rivisto dalla Giunta, per permettere di togliere, anzi, in questo caso aggiungere, i requisiti che potranno garantire a Modena quegli standard nazionali e quelle indicazioni di merito che un incarico di tale rilievo richiede. 

Movimento 5 Stelle Modena

 

pub tazzina di caffe rid

Top Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: