Parco Rimembranza 

La pesante eredità lasciata da Pighi è un macigno

chioschi degrado

Soltanto pochi giorni fa il sindaco decisionista armato di cotechini, annunciando un aumento delle tasse locali di 7 – 8 milioni, ha dichiarato che avrebbe risolto la quastione dei capannoni nel Parco delle Rimembranze.
Dal primo sequesto ad oggi, uno stuolo di avvocati, ingenieri, urbanisti, tecnici più  omeno abilitati,  hanno fatto di tutto per convincere la magistratura – compreso lascare che il degrado esplodesse in tutto i parco in modo da far crescere una opinione pubblica favorevole allo sbagliatisso progetto del Comune.
Evidentemente non ci sono riusciti ed i capannoni rimangono sotto sequestro per la gioia dei cittadini e perchè no dei turisti.
Considerato che con i cotechini non ci sappiamo proprio fare potremmo inventarci un turismo dell’orrido.

Appare evidente che gli abusi commesi sono molto più pesanti di quello che potrebbe sembrare ad una lettura frettolosa.
Avanti con i carri (di cotechini) alla Palazzina Vigarani.
C’è una sola cosa da fare, dichiarare di avere fallito su tutta la linea, di avere sbaglato progetto, promettere solennemente di non farlo mai più, chiedere scusa ai cittadini per aver loro sottratto per tutto questo tempo il Parco ciddadino.
Non sembra tanto difficile da capire, se la magistratura continua a rifiutare il dissequestro può significare soltanto che gli abusi, gli illeciti, i danni ambientali commessi sono enormi.
Volevano costruire un serpentone di capannoni per friggitorie, rosticcerie, pizzerie da sagra. Il progetto iniziale ne prevedeva addirittura 11.
Ora stanno collezionando una figuraccia dietro l’altra.
Possiamo ancora fidarci di amministratori come questi ?

pub tazzina di caffe rid

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: