Parco delle Rimembranze, occorre continuare a difenderlo.

chioschi

Come abbiamo già espresso a noi poco importa se son cadute le accude più gravi nei confronti degli asessori Sitta e Prampolini. Che questi due personaggi pagnino per un reato penale o con una semplice multa sul piano civile non è certamente questo il punto. Hanno già iniziato a pagare e continueranno in termini di professionalità e credibilità personale. Qusto per noi è sicuramento più importante.
Siamo preccupati però per l’atteggiamento dell’amministrazione comunale che in perfetta continuità con le devastanti amministrazioni Pighi cerca con ogni mezzo di recuperare almeno una parte del vecchio progetto di riqualificazione, in realtà di costruzione edilizia nel Parco delle Rimembranze.

La variante al regolamento urbanistico edilizio (Rue) adottata dal Consiglio comunale nei mesi scorsi apre infatti la strada alla realizzazione di qualsiasi manufatto nei parchi pubblici con il tentativo di estendere tale indirizzo anche ai parchi storici e tutelati.

E’ su questa variante che l’amministrazione proverà con ogni mezzo a riedificare dei chioschi con funzione di ristoranti, friggitorie, pizzerie nel Parco delle Rimembrane portanto alle estreme conseguenze il piano di demilizione del centro storico della città oltre a perpetrare il danno ambientale.

Facciamo appello ai comitati dei cittadini e dei residenti, alle associazioni abientalistiche, alla cittadinanza in generale, alle forze politiche di opposizione affinchè si continui a difendere il Parco delle Rimembranze evitando di trasformarlo in area commerciale in evidente concorrenza con il centro storico.

vuoi un sito