You are here
Un bruttissimo slogan: Modena. Dove tutto diventa arte. News 

Un bruttissimo slogan: Modena. Dove tutto diventa arte.

mo-expo



 

 

 

 

 

 

Non si sono ancora spente le polemiche per la decisione unilaterale del sindaco Muzzarelli di utilizzare la Palazzina dei Giarni Ducali, sfrattando le mostre d’arte già programmate ad altra sede che il nulla progettuale dell’amministrazione comunale in tema di Expo partorisce l’ennesimo obbrobrio: uno slogan che ha il sapore della presa in giro nei confronti del dimissionario direttore della Galleria Civica.

Soprattutto è un brutto slogan, senza rtmo nelle parole, uno di quegli slogan che dopo averlo letto un paio di volte si fa di tutto per evitarlo, parole a caso che non rimarranno in mente a nessuno. Uno slogan che ha il sapore indescrivibile del nulla.
Inutilmente iperlativo.
Di fatto volgare.

Non possiamo ancora una volta argomentare che Modena è la terra dei motori e parlare di Ferrari, Pavarotti, Bottura e …… Ermes (?!?!) In questo modo non si promuove niente in quanto Ferrari, Pavarotti, Bottura sono già dei brand conosciuti a livello mondiale. Continuare ad abusare della celebrità acquisita non giova ad una azione di marketing urbano ma allargato a tutta la provincia, che al contrario è necessario essere in grado di progettare.
Occorre al contrario promuovere finalmente altro, tutto quelle che normalmente rimane escluso.
La promozione di quello che è già conosciuto è inutile. E’ nulla.

Modena. Dove tutto diventa arte.
Speriamo che, se per caso arriva in città qualche turista, venga predisposto un cordone sanitario attorno ad alcune eccellenze “artistiche” affinchè siano rese invisibili. Una sorta di coltre di nebbia che solo San Geminiano è in grado di creare.
Gli scheletri nel Parco della Rimembranza, il degrado diffuso, le ex Fonderie, l’area ex AMCM, l’ex mercato bestiame e tutta la zona circostante, l’uscita dal casello di Modena Nord, il percorso fuori dalla stazione centrale, varie aree degradate un po’ in tutti i quartieri, i parchi pubblici abbandonati, al buio e senza manutenzione. Solo per citare alcuni esempi presenti a Modena. Dove tutto diventa arte.

 


Gabriele Morelli

Gabriele Morelli

Social media Manager at GMComunicazione
Gabriele Morelli

Latest posts by Gabriele Morelli (see all)

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: