News 

6 febbraio 2015 LA TEMPESTA PERFETTA: SCUOLE APERTE MA IRRAGGIUNGIBILI!

neve


Nonostante l’allerta meteo, le previsioni puntuali e l’esempio abbastanza recente di New York, anche questa volta Modena (anzi, la sua Amministrazione Comunale) si è rivelata assolutamente incapace di gestire una situazione normale, come possono essere 25-30 cm. di neve.

Fin dalle prime ore del mattino infatti non si sono visti mezzi spargisale o spazzaneve in azione in cità ,ma soltanto ben oltre le 08.00 del mattino (in talune zone anche dopo le 11.00!), con la tragicomica scelta del sindaco Muzzarelli che ha mantenuto le scuole aperte per “aiutare le famiglie”, quando invece sul sito della Polizia Municipale si raccomandava ai cittadini di non usare le auto…

Va bene, vorrà dire che si potrà optare per i mezzi pubblici, magari a scapito dei tempi di percorrenza e invece neanche quello: gli autobus bloccati perchè privi di dispositivi antineve (pneumatici invernali) e che causavano a loro volta ingorghi e blocchi della viabilità; Gigetto soppresso e gli altri treni con ritardi assurdi per una Regione che si definisce d’Europa.

Calma, almeno ci sono le scuole aperte dove poter portare i nostri figli: magari!!! Neppure quelle hanno funzionato, aggravando situazioni di disagio e di esasperazione, in quanto alcune hanno aperto molto tardi, altre non erano raggiungibili per via della nevicata, neppure dal personale docente e non docente, figurarsi dai genitori e dagli alunni…

Ma per quelle poche decine di bambini che sono riusciti faticosamente a raggiungere le scuole almeno è andato tutto bene: no, neppure loro sono stati fortunati, in quanto i genitori venivano trattenuti dal personale ausiliario perchè le insegnanti non erano arrivate, altri venivano avvisati dell’impossibilità di garantire il servizio mensa e quindi dell’eventualità che alle 12.30 bisognasse andare a riprendersi i figli a scuola!!!

Frazioni isolate totalmente per via della neve e del mancato passaggio degli autobus e che hanno dovuto subire i disagi ulteriori dell’interruzione per diverse ore dell’energia elettrica, numerosi rami spezzati o caduti che intralciavano i marciapiedi e le strade senza che nessuno intervenisse per rimuoverli, un vero caos insomma…mentre su SKY e TRC Gian Carlo Muzzarelli appariva quasi soddisfatto per la gestione della situazione!!!

Chissa’ se lo erano anche i cittadini, nell’apprendere dall’ufficio stampa del Comune di Modena che “il COC – Comitato operativo comunale – ha deciso di accogliere i bambini ma di sospendere l’attività didattica”…

Non ci siamo caro Sindaco: se “aiutare le famiglie” per Lei e la sua Amministrazione significa rovesciare sulla pelle dei cittadini i disagi derivanti dalla scelta scellerata di tenere aperte le scuole in simili condizioni, non crediamo possa aspettarsi molti ringraziamenti!!!

Almeno una volta nelle scuole c’era il custode (o LA CUSTODE per la parità di genere…) che aveva diversi compiti, tra i quali anche garantire l’apertura della scuola e, in casi come questo spalare la neve e permetterne il raggiungimento in modo più agevole, oltre ad essere raccordo tra genitori, personale scolastico e Amministrazione. Inutile dire che con le politiche volte ai tagli e al contenimento dei costi, al posto di detto personale le scuole sono per lo più costrette a chiedere collaborazione ai nonni o comunque a dei volontari per curare il giardino, controllare la viabilità e gli attraversamenti pedonali adiacenti alle scuole e, non meno importante come appena visto, anche per spalare la neve. Ma come si può, obiettivamente e razionalmente, pensare che, in una giornata “BIANCA” e impegnativa come questa, una Amministrazione possa confidare solamente sulla disponibilità di questi cittadini???

La nostra proposta è semplice e concreta: meno addetti stampa “esterni”e più fondi per spalare la neve e per dotare gli autobus di gomme termiche!!!

Attuare in tutte le scuole il cosiddetto piano neve che prevede di avvisare “in real time” i rappresentanti di classe che a loro volta avvisano tutti i genitori della classe, consentendo una comunicazione di rete efficace e capillare.

Sul sito del Comune doveva essere immediata ed evidente, già alle 7 di mattino (quando la situazione era oramai chiara), la comunicazione relativa all’emergenza neve, cioè che oggi il Comune ha deciso di tenere le scuole aperte solo per l’accoglienza e non per la didattica, invitando se possibile a rimanere a casa e avvisando anche che non era possibile garantire neppure l’erogazione del pranzo (almeno questo è quello che i cittadini hanno recepito, facendo un “collage” delle diverse e discordanti informazioni ricevute).

Inoltre noi del Movimento 5 Stelle vorremmo chiedere al Presidente della Provincia il ragionamento che lo ha portato a far chiudere parecchi istituti scolastici in Provincia di Modena, mentre il Sindaco del capoluogo non ha pensato di fare altrettanto???
Uno degli slogan più usati in campagna elettorale dal Sindaco Muzzarelli era “una marcia in più”…non vorremmo avesse – involontariamente – omesso di specificare che era la RETROMARCIA, perchè ci pare che su molti aspetti di passi avanti non ne vediamo affatto.

Modena in MOvimento


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: