News 

Modena Expo, risposte evasive e imbarazzate

1476202_1514646662132515_531648684212254679_n


Replica di Adriana Querzè sulla gestione degli eventi di Expo a Modena
“Risposte evasive e imbarazzate”
I contributi di Per me Modena in Consiglio Comunale ci sono stati
ma sono alternativi a quelli della maggioranza che li ha respinti
Occasione persa per il segretario cittadino del PD di dimostrare quale sia il suo contributo a tenere unito un partito sulle idee e non su veti incrociati o accordi che è meglio non dichiarare.
Il suo contributo lo abbiamo visto invece nel post primarie di un anno fa, quando Maletti e Muzzarelli diedero uno spettacolo poco edificante del PD, tra accuse reciproche e denunce, poi seguìto da una improvvisa pace fra i due. Oggi il partito pare tenere, fatta salva la nascita di associazioni locali che si autodefiniscono “non-correnti” e i segnali di dissenso interni che puntualmente riemergono come è accaduto durante la recente approvazione del bilancio. Si tratta di tregua armata e alla prima occasione propizia ce ne renderemo tutti conto, con buona pace del segretario cittadino.
Rispetto al contributo di Per me Modena ai temi di Expo, posso immaginare che Sirotti non se ne occupi. Lo informo quindi che pensiamo che il modo con cui è stato impostato a Modena Expo sia completamente avulso dai temi centrali dell’Esposizione universale. A Modena si parla di eccellenze cioè, dal punto di vita economico, si sostengono grandi imprese già presenti sul mercato nazionale e internazionale, trascurando altri temi oggi cruciali: i piccoli produttori, l’agricoltura, la filiera corta, la carenza e lo sperco di cibo, l’economia solidale, la cooperazione internazionale. Gli ordini del giorno e le tante sollecitazioni presentate in Consiglio comunale non per sostituire ma per integrare la programmazione con questi temi sono stati tutti bocciati. Quindi non è questione di contributo, ma di visione. Spero che Modena col suo programma di Expo, riesca a portare turisti in città. So tuttavia che questo programma, se non integrato come abbiamo più volte richiesto, sarà completamente fuori tema e inutile per sostenere comparti economici che ne avrebbero invece necessità.
Nel suo comunicato di ieri infine, il Comune dà una risposta tecnica a una domanda politica e questo significa eludere il tema posto.
Mi resterà la curiosità di sapere perché non è stato fatto un bando ma una benevola concessione da parte del Sindaco per assegnare la palazzina dei Giardini; così come, insieme ai modenesi, continuerò a non sapere perché, in questo momento di difficoltà economica che ha appena determinato la richiesta di nove milioni di euro di tasse, non si sia chiesto un corrispettivo economico per la cessione dell’immobile.
Che poi , come si legge nel comunicato “l ‘affidamento della gestione dell’edificio avverrà con una delibera di Giunta” ci fa molto piacere.
Di solito prima si delibera e poi si affida, ma anche di questo ci faremo una ragione.


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: