Novi Sad, Novi Park, Novi Pork, Novi Ark, Arkeopatacca, Parcheggio del centro

novi park droga

Comunque la si chiami  l’area che i cittadini modenesi dovranno pagare tramite uno scellerato piano sosta per altri 38 anni rimane degradata, pwericolosa e invivibile.
Dalla Gazzetta di Modena ripubblichiamo uno dei tanti articoli che testimoniano quanto la costruzione del parcheggio interrato, la distruzione del vecchio ippodro, sia ancora un corpo estraneo che la precedente amministrazione comunale ha voluto conficcare nel cuore4 della città.


Non c’è un gradino che non presenti pezzi di carta stagnola con le inconfondibili strisciate scure. Queste righe di bruciacchiature sono i segni lasciati dall’eroina che vi viene scaldata sopra alla stagnola per essere immediatamente dopo inalata, aspirata con il naso. La stagnola con le strisciate è in compagnia di vari accendini, carte e cartine bottiglie di plastica tagliate a metà e da vari mucchietti di carta. Sono i residui del cosiddetto “spacchettamento” dell’eroina, ovvero il confezionamento, la preparazione di dosi piccole pronte per lo spaccio veloce al dettaglio. Non mancano, ovviamente, escrementi, odori nauseabondi, residui di cibarie. Alcune rampe sono un po’ meno visitate, in particolare quelle dove c’è il cartello che avvisa dell’esistenza della videosorveglianza. Le altre, soprattutto quelle dal lato dove c’è il gabbiotto di Modena Parcheggi, sono davvero in condizioni vergognose.

viaDegrado: al Novi Sad le scale dell’eroina e le nuove bande – Cronaca – Gazzetta di Modena.


Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: