You are here
La piazza della vergogna, non è questa la città che vogliamo News 

La piazza della vergogna, non è questa la città che vogliamo

 

11403009_1114720698555550_763444962691121119_n

Un acceso dibattito si è svolto su Facebook a partire dalla pubblicazione di queste foto che noi riproponiamo in quanto le riteniamo estremamente significative di comportamenti sbagliati. Al dibattito hanno partecipato persone dotate di senso civico e cerebrolesi per i quali va sempre tutto bene “… tanto sono bambini”
font proma1

 

Lo diciamo chiaramente, questa non è la città che vogliamo e per questo motivo ripubblichiamo le foto oscurando i volti dei bambini e di quella madre o nonna che attrezzata con asciugamani e teli da bagno, dopo aver steso le mutande ad asciugare sulla panchina, si comporta come se fosse del tutto normale sogliare, asciugare, rivestire bambini in Piazza Roma davanti al Palazzo Ducale.

Questa Piazza ci è stata presentata dai nostri amministratori come il salotto buono della città.
Le premesse dopo l’installazione dell’acquitrino con l’acqua sporca dove entrano bambini con le scarpe, senza scarpe, biciclette, cani, adulti con i sandali ed altri senza, sono da svaccata da capo rom. Non è questa la città che vogliamo.

Siamo davanti ad uno dei monumenti più importanti della città, oltretutto obiettivo sensibile sul piano militare, a due passi dal Duomo patrimonio Unesco. Ogni monumento deve averre attorno un’area di rispetto.
Attendiamo un regolamento sul decoro del centro storico che allarghi il più possibile l’area di rispetto attorno al Duomo a tutta la zona del centro.
Abbiamo degli amministratori schizofrenici che da un lato sanzionano pesantemente chi espone una pandiera europea, chi mette in vetrina troppa pubblicità, chi non si uniforma per il colore delle case o delle tende dei negozi e dall’altro consente di fare asciugare mutande sulle panchine di Piazza Roma.

Facciamo un appello a tutti i cittadini, continuate e fotografare e pubblicare su Facebook ogni cosa che giudicate sbagliata, fatta male, inopportuna, inviate se volete le foto anche anche a noi. Le immagini sono armi potentissime di denuncia e sono da utilizzare contro amministratori e geometri comunali che si sentono delle archistar.

 

Gabriele Morelli

Gabriele Morelli

Social media Manager at GMComunicazione
Gabriele Morelli

Latest posts by Gabriele Morelli (see all)

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: