Ponte alto, depositato esposto per amianto

Amianto ponte alto

Prima di tutto vengono la salute e il rispetto per i cittadini. Chiediamo alle autorità di fare luce su una situazione oscura».

 Sulla situazione delle coperture in amianto a Ponte Alto, già sollevata dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle Modena attraverso un’interrogazione, interviene ONA Osservatorio nazionale amianto Onlus Carpi, che attraverso il suo coordinatore, Andrea Rossi, ha depositato al Commissariato di Polizia di Carpi un esposto inerente all’area in uso per la festa del Partito Democratico modenese. 
Comunicato gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle Modena
«Dopo che il M5S ha sollevato il problema delle coperture in amianto a Ponte Alto, luogo in cui il PD modenese organizza le proprie manifestazioni politiche, l’ultima settimana di luglio si sono svolte le operazioni di bonifica a una delle due coperture.


Meglio tardi che mai, è il caso di dire, perchè solo grazie alle pressioni del M5S Modena il proprietario dell’area si è dato da fare per togliere l’amianto a una delle due coperture. Sarebbe successa la stessa cosa se il Movimento non avesse fatto interrogazioni e acceso l’attenzione su quel problema? E ancora: sarebbe successa la stessa cosa se il Movimento non si fosse occupato dell’area degradata dell’ex Smalti Modena da diversi anni, e solo ora messa in sicurezza dall’Amministrazione?
Siamo contenti di poter difendere l’interesse dei cittadini e la tutela del territorio, grazie alle tante segnalazioni che ci arrivano su vari argomenti e che portiamo in Consiglio comunale attraverso i nostri portavoce, in un rapporto con la città che si sta consolidando. Chiediamo alle autorità competenti di fare luce su una situazione dai risvolti poco chiari, come ha sollevato ONA Onlus Carpi attraverso l’esposto».
Comunicato ONA Onlus Carpi Osservatorio Nazionale dell’Amianto
«ONA Onlus Carpi Osservatorio Nazionale dell’Amianto ha depositato un esposto tramite il suo coordinatore locale Andrea Rossi, in merito alla segnalazione di rischio amianto presentata nel settembre 2014 alla Ausl competente da un privato cittadino, inerente all’area in uso per la festa del Partito Democratico in località Ponte Alto, a Modena. In quel documento si portava testimonianza dello stato di ammaloramento delle lastre di cemento-amianto costituenti la copertura dell’area adibita alle manifestazioni sportive presentate dalla UISP. Nei documenti fotografici si evidenziavano numerose perforazioni causate da eventi atmosferici alle quali si sommavano varie fratture della superficie cementizia causate dalla vetustà dei manufatti, ed erano ben visibili i punti di gocciolatura in pertinenza delle perforazioni, segno del lungo tempo trascorso dalla grandinata; il grave stato di degrado veniva inoltre evidenziato paragonandolo alla copertura adiacente, quella del padiglione adibito a mostre, dove la grandine non aveva prodotto perforazioni. Nonostante la segnalazione fatta ai responsabili della festa si alternarono varie manifestazioni sportive sotto quella struttura, partecipate da bambini e ragazzi, e da un folto pubblico assiepato sotto la linea di gronda della copertura dove con alta probabilità erano presenti numerose fibre d’amianto. Ci si chiede per quale motivo non si sia ritenuto opportuno adottare il principio di precauzione e sospendere gli eventi sotto quel padiglione evitando di esporre le famiglie alla fibra killer. Si osserva inoltre che le due coperture segnalate non risultano censite dalla mappatura degli edifici pubblici o aperti al pubblico come ordinato dal Piano Regionale Amianto, pertanto non è mai stata fatta una valutazione del rischio derivato dallo stato di conservazione né un piano delle azioni da intraprendere, per mitigare gli effetti della esposizione alle fibre dei volontari e dei visitatori del festival. Valutiamo positivamente i lavori di rimozione della copertura sul padiglione degli eventi sportivi iniziati il 31 Luglio 2015, che per le modalità utilizzate come da procedura approvata testimoniano la friabilità della matrice cementizia. Chiediamo se lo stato di conservazione della copertura del padiglione espositivo sia idonea a garantire la sicurezza dei visitatori, data la mancanza della valutazione del rischio, che viene determinata con un punteggio pubblicato da ARPA E.R. ente preposto alla mappatura degli edifici pubblici e privati aperti al pubblico».
Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: