You are here
Cultura, Sindaco allergico al Consiglio News 

Cultura, Sindaco allergico al Consiglio

muzzarelli
Cultura, Sindaco allergico al Consiglio
Deficit democratico con Giunta che impone scelte unilaterali alla città
 
Non è accettabile che sulla cultura Muzzarelli continui a imporre alla città scelte decise altrove. Lo schema utilizzato dal Sindaco è sempre il solito: utilizzare le conferenze stampa per ratificare progetti decisi altrove, come avvenuto sabato 6 febbraio in occasione dell’incontro con la stampa per presentare la variante dell’ex Sant’Agostino senza informare la cittadinanza e con una delibera di Giunta pubblicata venerdì 5 con immediata esecutività. 
Questo grave modo di fare e di amministrare rivela la completa assenza di un progetto condiviso sulla cultura modenese insieme a un deficit democratico su varie questioni. 
L’Amministrazione cala dall’alto i suoi disegni culturali alla città, come già si è avuto modo di vedere in occasione dello sfratto della Palazzina Vigarani con le relative dimissioni dell’ex direttore Pierini e della mostra flop al MaTa da 600 mila euro. 
Ora il Sindaco percorre la strada unilaterale dell’istituzione del Polo dell’immagine, e crea tutte le condizioni per far lavorare le cooperative di costruzione attraverso i progetti di riqualificazione. Perchè Muzzarelli non vuole dialogare con la città? Cosa glielo impedisce? Perchè Muzzarelli sulla nomina del direttore della Galleria civica aspetta luglio 2016? Ad oggi non c’è nessun motivo per ritardare la nomina del direttore della Galleria. Il Sindaco venga al più presto a riferire in Consiglio. Il M5S Modena chiede l’avvio di un Piano strategico culturale», commenta il gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle Modena.
Modena in MOvimento
MoVimento 5 Stelle Modena


Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: