You are here
Le idee confuse di Rotella News 

Le idee confuse di Rotella

Rotella, assessore senza lode, qualche idea confusa ce l’ha e cerca di esprimerla come può, facendo confusione.
Noi non ci divertiamo affatto ad osservare le stramberie che questa amministrazione ci propone o propina quasi quotidianamente in vari settori, dall’urbanistica alla cultura, dall’economia alla sicurezza. Siamo spaventati.
Quando si inizia a parlare di “vocazione prevalentemente alimentare” del Mercato di Via Albinelli, di modifica al regolamento (sarebbe da riscrivere completamente dato che risale ad una altra epoca) per consentire ad un 30% delle licenze di non appartenere ad ambulanti (vecchia normativa che deriva da quando il mercato era allestito in piazza e oggi totalmente anacronistica in quanto gli operatori più stanziali di così non si può’), quando si dice “alimentari ed affini”, è legittimo avere sospetti sul significato esatto delle parole.
Che cosa significa in pratica “vocazione prevalentemente alimentare” ?
Che significato attribuiamo ai termini “alimentari ed affini” ? Cosa sono gli “affini” ?
Una lavastoviglie può essere considerata affine agli alimentari ?
Una esposizione di pentole ?
La foto dei materassi è stata fatta da noi qualche mese fa. Cosa ci facevano dei materassi se il regolamento ancora non era stato modificato, sono affini anche quelli.
Attualmente è presente una parafarmacia ed una edicola. Tutto affine ? La parafarmacia ha una licenza da ambulante ? Anche l’edicola ?
Come vede assessore se volessimo divertirti il materiale non mancherebbe.
In realtà siamo spaventati più che divertiti dalle dichiarazioni dell’amministrazione.
Ricordo solo un piccolo esempio che risale al tempo della polemica sul sequestro dei chioschi, l’assessore Giacobazzi chiamato a sostituire il noto sig. Sitta, in una trasmissione radiofonica affermò che i chioschi di cemento armato erano “rimovibili” Non ha mai spiegato come. Con una brugola ?
Come vede spesso sono le vostre dichiarazioni che creano confusione e non quello che scrivono i giornalisti.
E che dire della dichiarazione di Brevini della Confesercenti?
Sono i giornalisti che interpretano male o sono le poche e confuse idee di amministratori e para-amministratori che svolazzano nella confusione ?

brevini

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: