Comunicati 

Sblocca Modena avvantaggia catene commerciali

bricoman
Sblocca Modena avvantaggia catene commerciali
Muzzarelli fa slogan sul lavoro e sbeffeggia il dibattito in Consiglio. Manca seria politica economica.
Su Bricoman l’unica preoccupazione emersa dalla maggioranza in Consiglio è stata quella relativa ai disagi per la circolazione durante i lavori
 
“+80” questa è l’affermazione che il Sindaco è riuscito a fare al termine della votazione nel Consiglio del 19 maggio sul cambio di destinazione dell’ex-Arbe Grafica che diventerà in futuro punto vendita della catena Bricoman.
Non è solo uno slogan che riprende quelli di berlusconiana memoria, ma soprattutto il segno di un atteggiamento che, oltre a sbeffeggiare il dibattito e dunque l’intero Consiglio comunale, rivela una pochezza di visione assai preoccupante. Anche solo restando sui numeri, il conteggio dei posti di lavoro va fatto a saldo, e non a singolo intervento. In altre parole, l’Amministrazione dovrebbe considerare anche quanti posti di lavoro si perderanno a causa di un determinato intervento. 
Lo strumento dello “Sblocca Modena”, per come è configurato, è di più facile utilizzo per le catene commerciali e le strutture medio-grandi. Non si tratta ovviamente di un percorso esclusivo, ma sono i casi concreti a mostrare come il provvedimento risulti spesso non conveniente per le piccole attività, che dunque non presentano neppure la domanda (e quindi non finiscono nelle statistiche). 




Ci si nasconde dietro agli scenari europei e alla legge del libero commercio per dichiarare che come Amministrazione non possiamo farci nulla oppure che -come al solito- non è competenza del Consiglio. Ma non poter fare nulla non significa avvantaggiare, e soprattutto se non possiamo preoccuparci del significato che un insediamento ha per la città, a cosa serve portare decine di delibere nell’aula consiliare? Tanto vale lasciare il parere ai tecnici, magari evitando di aumentare il loro carico di lavoro senza dare adeguate risorse.
Nemmeno una parola, infine, da parte del nostro Sindaco su quali siano gli obiettivi misurabili che la sua Amministrazione si è data per lo sviluppo economico della città. 
Per il MoVimento 5 Stelle una politica economica seria è quella di tracciare un programma guidato da una visione definita, mettendosi costantemente all’ultimo posto per garantire che tutti i Cittadini e le Cittadine non siano lasciati soli, e non accontentarsi di correre dietro a qualunque investitore. Questa voglia di darsi degli obiettivi, all’interno dell’Amministrazione guidata da Muzzarelli, come M5S non l’abbiamo ancora vista. L’unica preoccupazione emersa dalla maggioranza in Consiglio, in merito alla delibera Bricoman, è stata quella relativa ai disagi per la circolazione durante i lavori.
Bastano queste riflessioni per invitare la cittadinanza a non lasciarsi abbindolare da slogan alla “+80” perché non significa che domani avremo posti di lavoro sicuri, ma solo che la nostra economia sta cambiando a discapito delle specificità che in passato hanno garantito benessere alla nostra gente e alla nostra città. L’invito alle associazioni è quello ad essere più attente e a non accettare il contentino, perché riteniamo che il loro dovere sia quello di proteggere e incrementare una rete economica che possa garantire il futuro dei nostri cittadini e cittadine. Gli imprenditori devono pretendere di avere strumenti e regole precise e non ricercare scorciatoie, perché altrimenti avranno sempre il problema di trovarsi a concorrere con qualcuno che ne ha più di loro, di fronte al quale non sapranno come difendersi.
Solo se ci sarà un proficuo dialogo da parte dei soggetti economici e una grande capacità di ascolto e di visione da parte della politica, la nostra città saprà trovare nel proprio tessuto la forza di far ripartire il volano dell’imprenditoria, che è cosa ben diversa da qualche sblocco autorizzativo.
Modena in MOvimento
MoVimento 5 Stelle Modena




Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: