You are here
Modena ha bisogno di leadership non di continuità Comunicati 

Modena ha bisogno di leadership non di continuità

vecchi

Ho lasciato passare un giorno dalla nomina del Presidente della Camera di Commercio di Modena perché non riuscivo a capacitarmi di una così assoluta unanimità di pensiero e di azioni. L’esito del voto, 27 presenti e un solo astenuto (Franchini), la dice lunga. Oggi anche il sindaco Muzzarelli si è premurato di dare la propria benedizione alla conferma dello status quo. Modena non ha bisogno di cambiare. Sta bene com’è. Avanti dunque con la continuità, anche se fatta di gestioni fallimentari, di bla bla bla, di nulla di fatto. Qualsiasi soluzione andava bene, pur di evitare il commissariamento e di conservare la poltrona per altri due anni.

Comunque sia, per Modena è tutto nella norma. Qui si amano i traghettatori, coloro che portano alla terra di mezzo, dove vince la gente di mezzo, “condivisa”, innocua e soprattutto che non dà fastidio al sistema.

Nel caso Camera di commercio c’è però da considerare anche un altro aspetto, “l’aspetto poltrone”, con prestigio e gettoni annessi, che con il voto di ieri i 32 consiglieri si sono garantiti per altri due anni.

A questo proposito, mi domando: nessuno si è chiesto se 32 consiglieri (di cui 8 anche in Giunta) per la Camera di Commercio non sono un po’ troppi?  6 rappresentanti per il commercio, 6 per l’industria, 6 per l’artigianato, 5 per i servizi alle imprese e così via. Una pletora litigiosa, che fatica a decidere e quindi mal può governare. Se i settori rappresentati sono 12 perché i rappresentanti sono 32? E poi: i costi. I gettoni di presenza valgono 390 euro a seduta per i consiglieri, 590 a seduta oltre ai compensi fissi per chi siede di giunta; 65.000 euro all’anno il compenso del Presidente. Ora, considerato che i consiglieri di un Comune di medie dimensioni come Modena sono 32 e percepiscono un gettone di presenza di gran lunga inferiore (meno di un quarto), è chiaro che in Camera di commercio qualcosa non va. A maggior ragione se è vero che c’è un buco di circa 700 mila euro. Non sarebbe ora di iniziare a risparmiare, a partire proprio dai costi di un apparato sovradimensionato e lautamente remunerato? Certo, non verrebbe cancellato il danno arrecato al territorio modenese dall’attendismo, dalla mancanza di iniziativa, dallo stallo che inevitabilmente si trascineranno sino a fine mandato, ma sarebbe pur sempre un piccolo segnale.

Giuseppe Pellacani, consigliere comunale nel Comune di Modena




Gabriele Morelli

Gabriele Morelli

Social media Manager at GMComunicazione
Gabriele Morelli

Latest posts by Gabriele Morelli (see all)

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: