You are here
Pokemon Go, siamo condannati alla stupidità collettiva. News 

Pokemon Go, siamo condannati alla stupidità collettiva.

The augmented reality mobile game "Pokemon Go" by Nintendo is shown on a smartphone screen in this photo illustration taken in Palm Springs, California U.S. July 11, 2016. REUTERS/Sam Mircovich/Illustration - RTSHFZ8
Magari voi pensate che uno dei tanti problemi che abbiamo sia rappresentato dall’isis o dal fatto che Erdogan dopo la sceneggiata dell’auto golpe stia organizzando una dittatura sanguinaria oppure pensate che disoccupazione e aumento della povertà siano problemi reali. Siete degli ingenui.
Cosa volete che siano attentati in cui vengono uccise persone innocenti nel modo più brutale.
Rischiamo di essere invasi da fanatici religiosi che ci considerano cani infedeli ? E allora ? Noi come tanti idioti andiamo in giro per la città con lo sguardo fisso (anche un po’ fesso) sul display dello smartphone a caccia di Pokemon. Dobbiamo trovarne il più possibile, catturarli e educarli e allenarli per farli crescere.
Più ne troviamo più aumentiamo di livello, ma soprattutto dobbiamo cercare e catturare quelli rari, quelli che valgono molto di più degli altri.
Ormai non abbiamo più scelta, il contagio è già arrivato e prossimamente vedremo i nostri amici, il nostro medico di base, l’elettrauto di fiducia, noi stessi e i nostri parenti, muoversi con lo sguardo incollato al display dello smartphone per cercare di catturare i Pokemon.
Siamo irrimediabilmente condannati alla stupidità collettiva.
Tom Currie, un ragazzo di 25 anni originario della Nuova Zelanda ha deciso di dare, finalmente, una svolta alla sua vita. Andare ad abitare da solo? Non se ne parla. Forse trasferirsi all’estero per fare nuove esperienze? Macché. Allora metter su famiglia e comperarsi una casa? Ridicolo!
Tom Currie, dipendente di un bar di Auckland, all’Hibiscus Coast, ha fatto una scelta: rinunciare al suo lavoro per dedicarsi 24 ore su 24 a giocare a Pokemon Go, il nuovo videogame che sta diventando virale in tutto il mondo e che sta coinvolgendo un numero sempre maggiore di giocatori. Così Tom, ha deciso di iniziare a viaggiare, per completare la missione della sua vita: catturare tutti i 151 Pokemon disponibili. Il padre ha dichiarato di essere fiero di lui.
Pokemon Go, siamo condannati alla stupidità collettiva.
Se così non fosse come avremmo fatto a permettere le suicide politiche di austerità, come avremmo fatto a farci governare da tre presidenti del consiglio non eletti, uno dopo l’altro, se così non fosse come faremmo ad accettare una immigrazione che è tutto meno che accoglienza ai profughi, come faremmo a pagare le tasse più alte del mondo, ad accettare senza ribellarci che la costituzione venga riscritta dalla Boschi, come faremmo a sopportare una presidenta della camera come la Boldrini, ad accettare che la popolazione venga impoverita ogni giorno di più.
Guardate il video che segue, noi siamo quelli che, irrimediabilmente condannati alla stupidità collettiva, crediamo di catturare i Pokemon mentre in realtà le prede siamo noi.

Centinaia di persone in preda alla febbre da Pokémon: nella prima parte del filmato a Downtown Park, nello stato di Washington poi, nel parco di Manhattan, tutti alla ricerca di Vaporeon, raro esemplare della serie di animaletti protagonisti del celebre videogame. Con lo sguardo fisso sullo schermo dello smartphone, in questi ultimi giorni milioni di persone in tutto il mondo si sono fatte coinvolgere da Pokémon GO, app per iPhone e Android che attraverso la realtà aumentata consente di dare la caccia agli animaletti ovunque




Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: