You are here
Il mantra della superiorità della sinistra e dei suoi rappresentanti News 

Il mantra della superiorità della sinistra e dei suoi rappresentanti

Dal comunicato stampa di Giuseppe Pellacani
poltronedivani (1)

Ci sono due settori in cui il PD è davvero insuperabile. La macchina del fango con cui, quando ne ha l’occasione, tenta di inondare ed abbattere gli avversari e la costruzione di miti, di presunti “fenomeni” (ovviamente sempre tra le proprie file), sulla scia del complesso di superiorità di berlingueriana memoria.
L’ultimo caso, in ordine di tempo, ci viene offerto dall’ipotesi di nomina di Errani a commissario per la ricostruzione dei paesi distrutti dal terremoto, dove l’ex presidente della nostra regione viene dipinto come l’interprete di un “modello emiliano” di ricostruzione da esportare. Prontamente la Gazzetta di Modena con entusiasmo e non senza una buona dose di riverente poeticità sottolinea come quel “modello” costruito in Emilia e sperimentato nella Bassa abbia tracciato per la prima volta “un sentiero nella foresta incolta della nostra legislazione”, rappresentando “un ponte oltre la palude della burocrazia e delle sovrapposizioni di ruoli e responsabilità”. Su tutti i media venivano poi ripetute come un mantra le parole pronunciate da Errani dopo il terremoto della bassa modenese: “ragazzi teniamo botta”. Quale frase più efficace? Quale uomo migliore? Cosa vogliamo di meglio?




attenti cari piddini a strombazzare modelli: sono pericolosi e rischiano di crollare in fretta, sotto il peso della dura realtà Così è stato per l’acclamato “modello emiliano di governo”, che ormai non esiste più da decenni, trasformandosi in un sistema di potere nel quale PD, mondo degli affari (cooperazione rossa) ed enti pubblici “affareggiano” tra loro, tagliando inesorabilmente tutti coloro che sono fuori dal cerchio magico. Un sistema sotto gli occhi di tutti, denunciato da qualche quotidiano indipendente, ma di cui qualcuno (si veda il sindaco Muzzarelli) si ostina caparbiamente a negare l’esistenza. Se le cose non stanno così, il Sindaco faccia dei nomi. Quali ruoli, nomine ed incarichi sono stati assegnati a personaggi non riconducibili all’area della sinistra o comunque a questa vicini? Quanti e quali sono gli appalti non assegnati ad imprese appartenenti alla solita cerchia (cooporative ma non solo). Contano i fatti. Contano i numeri, Tutto il resto sono parole al vento.




Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: