Tre mesi di scandali

1472993325898.JPG--da_aec_a_cna__3_mesi_di_scandali

Hanno dovuto, i modenesi, accettare il perpetuarsi del sistema Pd-coop con le cooperative di costruzione (a partire dalla Ccc) protagoniste della «ricostruzione» e con la Aec del cemento-farlocco (col presidente Zaccarelli che ha lasciato a suo zio Zaccarelli e con revisore la moglie del sindaco Muzzarelli, Alessandra Pederzoli) pronta a ricostruire un ponte crollato a causa del sisma a Bomporto per la Provincia di Modena guidata sempre da Muzzarelli. Con la Trc retta dal presidente Coop Alleanza 3.0 Adriano Turrini che continua a oscurare chi permise a Esselunga di insediarsi a Soliera (lo ha confermato il parlamentare Pd Davide Baruffi, a differenza del presidente della Fondazione Cassa di Carpi Giuseppe Schena che ha preferito coraggiosamente tacere, non si sa mai), ma che, Trc, si definisce comunque «plurale».
Un’estate un po’ così, dicevamo. Che con l’autunno si ricomincia pieni di entusiasmo. Anche senza un pezzo.
E i protagonisti saranno ovviamente sempre gli stessi. Il sindaco Muzzarelli che pare raddoppierà le sue presenze dando la disponibilità a presenziare anche a battesimi e prime comunioni su prenotazione, il presidente della Regione Bonaccini che continuerà a sostenere che chi critica il «suo» ‘Matte’ Renzi (fino a due anni fa era il «suo» ‘Pirgigetto’ Bersani, ma poco importa) è «accecato dall’odio politico» e maniacalmente «grillino». Perchè il «suo» Pd è fatto di «genteperbene» e se si perde alle elezioni non si perde mai: al massimo «non si vince»

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: