You are here
Facciamo informazione Social 

Facciamo informazione

informazione
Facciamo informazione. Appello per una collaborazione aperta e trasparente su temi di attualità culturale, politica, economica che riguardano Modena e la provincia.
Mi rivolgo prima di tutto agli iscritti al gruppo, a quelli più attivi che commentano e condividono i post, ma anche ad altri che in altri gruppi o direttamente sui loro profili quotidianamente esprimono il loro dissenso verso un governo della città che ormai crea soltanto guai e degrado a tutti i livelli.
Non esagero, dopo Muzzarelli, il punto più basso delle amministrazioni che si sono succedute negli ultimi 20 anni, Modena dovrà essere ricostruita.
L’appello che mi sento di rivolgere a quanti esprimono su Facebook le loro opinioni è innanzitutto quello di continuare a farlo, magari intensificando i commenti e la condivisione di post, la segnalazione di iniziative e la segnalazione dei tanti elementi di malagestione della città.
Eventualmente condividete i vostri post e i vostri commenti nella bacheca di questo gruppo, per farlo crescere nel numero degli iscritti, soprattutto nella qualità dei contenuti e nella condivisione della conoscenza.
Abbiamo bisogno di fare informazione, noi, direttamente, come cittadini liberi di esprimere quello che pensiamo, fuori e oltre a logiche di appartenenza alla vecchia politica di partiti in decomposizione.
Non possiamo aspettare che a Modena nasca un’altra Prima Pagina e che faccia arrivare in edicola per pochi lettori distratti del pur preziose inchieste giornalistiche che altri nascondono,
Dobbiamo imparare noi, nel nostro piccolo, a fare informazione e se ci mettiamo insieme i nostri contenuti possono diventare importati, possono moltiplicarsi con il contributo di tanti, attraverso la tecnica semplice ma efficace della condivisione che nessun giornale cartaceo distribuito in edicola avrà mai.
Facebook offre gli strumenti fondamentali per attivare forme collaborative tra cittadini come l’apertura di pagine, la costituzione di gruppi, la semplicità per pubblicare commenti e soprattutto la condivisione di post e contenuti generati da altri.
Facebook, a parte qualcuno che lavora all’uncinetto e pubblica solo idiozie, a parte qualche gruppo volutamente creato da giornaletti locali per contenere la libera espressione e la libertà di critica in quadretti edificanti, è una grande piattaforma tecnologica che in versioni ridotte è utilizzata anche per la comunicazione interna alle grandi aziende.
Possiamo fare di più.
Ci sono persone e le chiamo per nome, sono Roberto Vezzelli, Lorenzo Carapellese, Franco Fondriest, Adriano Primo Baldi, Dante Mazzi più altri che non nomino ora ma loro sanno di poterci essere, e ancora altri che per conoscenze e competenze possono fare molto far crescere una informazione consapevole e documentata tra i cittadini, ma sono importanti, forse di più, i singoli cittadini che provano a scrivere i loro pensieri, i loro dubbi, le loro idee, le loro proposte di soluzione ai tanti, troppi problemi che affliggono la città e che non interessano più a politici e amministratori che hanno fallito tutto fino ad oggi.
Possiamo utilizzare anche lo strumento video, in modo semplice possiamo organizzare gruppi che discutono in video conferenza creando video documenti da divulgare, condividere in altre pagine.
Io sono a disposizione di quanti vogliono imparare ad utilizzare meglio e con maggiore vantaggio gli strumenti online.
Una ultima nota.
La parola informazione contiene il termine azione.
Possiamo fare. Cominciamo. Facciamo.

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: