L’abusivo è stato mandato via

screenshot-www-ilpost-it-2016-12-05-08-20-31
L’abusivo è stato mandato via, Lo sbruffone, il raccontaballe, l’arrogante che anche il giorno del voto non ha rinunciato a mostrare il suo dna da cazzaro presentandosi al seggio senza un documento “Tanto mi conoscete….” E’ stato riconosciuto dal 60% degli italiani che finalmente gli hanno detto chiaro quello che pensano di lui.
Ancora una volta abbiamo assistito a politici incapaci di leggere la realtà e lontano dai cittadini. Nelle dichiarazioni di questa notte ho visto anche i politici dello schieramento del NO imbarazzati e impreparati a comprendere come le persone pensano e decidono.
C’è un fatto nuovo che va segnalato in questo risultato che non sarà più ripetibile perchè non sarà più possibile rimettere insieme forze, partiti, associazioni che non hanno niente da condividere. Il fatto nuovo è dato dai tanti cittadini che singolarmente per la prima volta, su internet e i social, si sono fatti la loro campagna elettorale pubblicando post, commentando, condividendo post pubblicati da altri. A Questo si deve il grande risultato anche sul piano della partecipazione al voto. Sarà ben difficile che l’ANPI, la CGIL possano apparentarsi di nuovo con Lega o Fratelli d’Italia.
Il fatto nuovo è che potranno farlo i singoli cittadini, utilizzando un mezzo come internet e Facebook che i politici non hanno ancora capito.
Insieme all’abusivo se ne deve andare la vecchia politica, devono emergere le persone, i cittadini che si riprendono la sovranità.
Muoviamoci in questa direzione e saremo vincenti. .