Social 

IL SINDACO CHIEDA FORMALMENTE SCUSA AI CITTADINI OPPURE NESSUNO GLI CREDERA’ PIU’

screenshot-www-ilrestodelcarlino-it-2017-01-11-08-43-09

Ora c’è l’aut aut ufficiale firmato dal vescovo Erio Castellucci (e sostenuto con forza dalla Prefettura): entro quattro giorni la cooperativa L’Angolo (che con la Caleidos, a Modena, gestisce tutti profughi) dovrà liberare la struttura della Madonna del Murazzo, storico santuario Mariano alle porte di Modena, trasferendo gli oltre cinquanta migranti ospitati all’interno in ambienti «non idonei»

Questa la dichiarazione di Muzzarelli “.Dalla Prefettura ho avuto la conferma che la situazione è monitorata ed i controlli sono periodicamente eseguiti ma come mia abitudine oggi ho fatto una verifica diretta nella struttura che è stata risistemata per la prima accoglienza, emergenza e ricollocazione. A differenza di tanti che parlano di cose non viste, sono quindi andato direttamente sul posto, e la realtà è diversa da come è stata raccontata (pubblico qui anche alcune fotografie). Ovviamente i problemi di accoglienza sono tanti, e continueremo a vigilare, ma sarebbe bene che si eviti di dipingere una situazione diversa da quella reale: come si evince dalle fotografie non è un albergo ma una struttura dignitosa, non di meno e non di più, a servizio delle emergenze”

Una dichiarazione che in buona sostanza nasconde e vuole mettere sotto al tappeto troppe cose, dal monitoraggio continuo della prefettura, alla struttura dignitosa che ha visto soltanto LUI.
Le scuse ai cittadini sono doverose.
Modena non può avere un sindaco che interpreta la realtà a modo suo.

Related posts

Modena Come giornale online Modena Come giornale online Emilia Romagna. GMComunicazione - modenacome@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: